Secondo giorno di lavoro per gli azzurri in vista della sfida di domenica contro il Bologna, terzultima fatica di questa incredibile stagione coronata con la seconda salvezza consecutiva. Tra l’altro siamo in attesa di capire se verrà organizzato qualcosa a livello di festeggiamento istituzionale.

 

allenamento 2804Il gruppo è sceso in campo nel pomeriggio e si è ricompattato dopo che ieri in campo erano scesi soltanto quelli che non avevano fatto novanta minuti a Modena. Allenamento prettamente tattico con un gruppo assolutamente concentrato e voglioso di far bene, giusto sottolineare che il traguardo già tagliato non sta inficiando nell’approccio dei ragazzi. Si lavoro ovviamente sul 4-3-1-2 con pero’ una sorta di emergenza in attacco, infatti oltre ai due titolari (Maccarone e Pucciarelli) non ci sono elementi a disposizione con Levan squalificato, Piu che ha una piccola lesione muscolare e l’ormai lungodegente Livaja a casa. Con la prima squadra si sta quindi già allenando Tchanturia che diventa la prima scelta in corso d’opera per un eventuale cambio davanti. Problemi anche per Alberto Pelagotti che oggi è rimasto ai box per via del mal di schiena, anche se le notizie che ci vengono fornite sono ottimistiche sul fatto che il Pela possa essere in campo domenica. Ricordiamo che Skorupski ormai ha chiuso il suo campionato dobbiamo confermare le sicure assenze anche di Laurini e Tonelli che stanno lavorando a parte con il francese messo peggio.

Come noto contro i rossoblù non ci sarà nemmeno Leandro Paredes, squalificato, ed al suo posto si sta seriamente pensando a quel Diousse che in quella posizione del campo ha iniziato questa stagione in maniera davvero importante. Rispetto a Modena potrebbe essere stavolta Bittante ad andare ad agire da terzino destro con poi il resto della squadra che sarà quello scontato.

 

Per domani è prevista una seduta che verrà svolta a porte chiuse.

 

Alessio Cocchi

22 Commenti

  1. Siamo arrivati a fine campionato con tanti assenti, maccarone e Puccinelli hanno tirato il carretto e x fortuna non si sono infortunati, dietro di loro il nulla, livaja disperso, levan sempre o quasi rotto, più acerbo. Non si può continuare così la prossima stagione, se si infortunano i due la davanti x noi è finita.

  2. Nell’articolo c’è un refuso, dove parlate del “lungodegente” Livaja.
    Forse volevate scrivere “il lungo demente”

    Saluti

    • Sarebbe un minchiata colossale portarlo via alla primavera, che gioca una gara decisiva ad ascoli, per fargli fare (forse…) 10 minuti di passerella col bologna.

  3. PER CLAUDIO: richiamo le tue stesse fonti: su tuttomercato Pedullà sostiene che Lapadula ha detto a chiare lettere alla Juve che andarà lì solo per rimanere ma non vuole essere parcheggiato altrove come “ad esempio a Empoli”, altrimenti sceglierà un’altra squadra…. quindi…

    • Anche io credo come te che ci sia l’affare Saponara di mezzo, ma a differenza tua non posso darne la certezza al 100%. Speriamo bene…

    • So che è una locuzione ormai scritta “nella pietra”, ma che cosa significa uomo galante, se non cerimonioso e gentile (pro domo sua) con le donne? Associarlo al tempo mi pare un po’ … 🙂

  4. ….vabbe’ nel 2′ tempo Krunic mezzapunta e Saponara punta con Pucciarelli….voglio vedere Puglisi in porta …si merita una partita a 41 anni !!!

  5. Certo che se uno di 26 anni che al momento ha giocato in B al massimo si permette di dire alla Juventus “vengo solamente se rimango ” siamo all’opposto del cervello che ci vuole per stare al meglio nel gruppo Empoli.Spero proprio che siano bischerate da giornali.Ad ogni modo c’è vita anche senza Lapadula☺!

  6. Ascolti le sue interviste e hai l’impressione che sia un ragazzo umile e che non si sente arrivato….Pedullà (esperto di calciomercato, ma certamente non infallibile)riferisce invece di un soggetto che mira, a mio parere, un po’ troppo in alto, vista l’età e il suo curriculum….l’unica cosa certa è che a Empoli deve venire gente convinta, anzi stra-convinta…

  7. E’ un grandissimo attaccante! Se ha detto quelle cose è certamente perchè ha saputo che Morata potrebbe tornare al Real Madrid e che Allegri vole (ESIGE!) una quarta punta in rosa.

  8. E lui, dopo tre anni a tutto fuoco, invece di cercare continuità, è contento di andare a marcire in panchina allo Juventus (non mi venire a dire che con Mandzukic, Berardi e forse un pezzo da 90 come Cavani, la Juve farà giocare uno venuto dalla B)?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here