Penultimo allenamento per gli azzurri che sotto una fitta pioggia hanno lavorato in preparazione al match di venerdi contro il Cittadella.

 

Come detto l’odierna seduta di lavoro è stata principalmente caratterizzata dal brutto tempo ma questo ha comunque permesso a mister Carboni ed al suo staff di fare una sorta di prima prova generale con l’ipotetico undici che partirà contro gli amaranto veneti.

Su tutto, quello che si è provato, sono stati i movimenti degli esterni che dovrebbe cercare di inserirsi tra le linee il più possibile e poi si è insistito sulla fase di non possesso, dove alla squadra viene chiesto di stare sempre dietro la linea del pallone, cosa che ogni qual volta non veniva fatta, il tecnico azzurro faceva notare soffermandosi nel dettagliare il movimenti richiesti.

Una delle cose sulle quali si è molto lavorato e sulla quale ha insistito molto lo staff tecnico e la compattezza del centrocampo, fondamentale nelle due fasi di gioco.

Modulo di gioco il 4-3-1-2 e corsa, tanta corsa come fattore principale di gioco.

Buone notizie arrivano dal ritorno in campo di Coralli (messo fuori dall’influenza) che sarà in campo accanto a Mchdelize nel tandem d’attacco.

Confermata anche la difesa che da destra verso sinistra vedrà Vinci, Mori, Stovini e Gorzegno. Da dire che il ballottaggio tra Mori e Ficagna non è definitivamente chiuso ma il giovane Under 21 dovrebbe dare maggiori garanzie visto che il secondo è appena uscito da un lungo stop.

Qualche dubbio in più invece c’è per il rombo di centrocampo nel quale non ci saranno ne Valdifiori ne Lazzari, ambedue KO con il primo che sarà assente sicuro a Cittadella e con il romano che invece ha accusato un risentimento muscolare e solo domani capiremo se potrà essere convocato o meno.

Oggi il mister ha provato Guitto come vertice basso (molto lavoro e molta responsabilità messa addosso al giovane azzurro nell’odierna seduta), Saponara sulla trequarti e Buscè-Signorelli sugli esterni. Scelte che appaiono quasi definitive con un punto interrogativo su Buscè le cui condizioni non sono quelle del 100% e Moro sarebbe a quel punto il sostituto. Arenata quindi anche l’ipotesi di un Brugman interno di centrocampo, l’uruguagio sembra a questo punto essere la seconda scelta a Sponara per giocare dietro le punte.

Ricapitolando gli indisponibili, troviamo out Tavano, Valdifiori e Lazzari per noie fisiche e Coppola squalificato.

 

Mister Carboni ci rimanda alla conferenza pregara di domani per le ultime.

 

Domani squadra in campo a partire dalle ore 10:30 per la rifinitura prima della partenza per il Veneto.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Cittadella-Empoli
Articolo successivoAbodi: "Il prossimo anno in campo a Natale e capodanno"
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

5 Commenti

  1. Brugman quest’anno non lo fanno giocare perché non vogliono ancora far vedere alla gente le qualita’ che ha questo ragazzo, con la paura dell’arrivo di una offerta interessante da qualche squadra , perché l’Empoli brugman lo deve tenere perché il prossimo anno sara’ un giocatore su cui faremo molto riferimento…. E poi verra’ venduto e corsi e sigarino si gonfieranno nuovamente il portafogli…..!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here