E’ ricominciata oggi la settimana di lavoro per gli azzurri che dovranno preparare la dificilissima trasferta di Torino contro i granata primi della classe. Torino che giocherà stasera a Gubbio la sua undicesima gara di campionato.

 

Allenamento che si è svolto sotto il cielo plumbeo empolese che è iniziato con una vistosa parte atletica fatta da varie esercitazioni con e senza palla. Ovviamente mister Pillon non ha perso tempo per provare i primi movimenti anti-Toro schierando una primo embrione si squadra titolare sempre sviluppata in campo con il suo 4-4-2.

Chiaramente il tecnico azzurro ha mischiato molto le carte cercando però sempre dalla difesa quel qualcosa in più riprendendola ad ogni singolo errore che vedeva. E la difesa azzurra da oggi torna ad avvalersi delle prestazioni di Marco Gorzegno, presente al campo di allenamento ma con un programma per adesso ad hoc: la condizione non è male ma è lo stesso giocatore ad ammettere che qualche giorno per ritrovare il ritmo ci vorrà. Oggi data anche l’assenza di Regini (impegnato con la nazionale Under21 di serie B) non c’erano terzini sinistri di ruolo visto che Fatic sembra essere fuori rosa con destinazione il ritorno al Chievo. Sempre in difesa, data l’assenza di Vinci (irrecuperabile per Torino), si sono alternati Tonelli e Buscè a fare i terzini destri con Lazzari avanzato sempre sulla corsia destra. Il romano, in una seduta ovviamente sperimentale, è andato anche a sinistra, con Saponara sempre suo dirempettaio, anche se l’ex Ravenna ha abbandonato il campo per il riacuttizarsi di un dolore nato post-Sassuolo.

Davanti, accanto al punto fermo Tavano, si sono alternati tutti gli attaccanti a disposizione.

Oggi è stato anche il giorno di Gaston Brugman, l’uruguagio ha svolto tutto l’allenamento con il gruppo e da questa settimana si giocherà le sue carte alla stregua dei suoi compagni, per essere protagonista in azzurro.

Ancora indisponibili, oltre al già citato Vinci, anche Coppola e Coralli con Ficagna che invece inzia a provare per essere convocato sabato prossimo.

 

Mister Pillon mette alle spalle anche l’ultimo incontro ed inizia a guardare avanti stimolato dalla sfida dell’Olimpico: ” Abbiamo rianalizzato la gara di sabato ed abbiamo cercato di capire alcune cose che non hanno funziato, adesso però, facendo tesoro anche di questo, dobbiamo guardare avanti ed al Torino. Una gara difficilissima ma nella quale sono convinto troveremo le motivazioni che servono per poter andare a giocare a testa alta senza subire il blasone e facendo la nostra partita.” Il mister spende poi una parola per l’ultimo arrivato, Gorzegno: ” E’ un giocatore di indubbio valore e di spessore umano. Non parliamo nemmeno di ambientamento visto che torna dove ha lasciato, adesso valuteremo meglio la sua condizione ma sono certo che presto potrà esserci e farsi sentire.”

 

Per domani è prevista una doppia seduta di allenamento.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | Con Marco Gorzegno….
Articolo successivoWeek end azzurro giovani – I risultati
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

5 Commenti

  1. Non credo che Fatic possa essere stato provato come terzino sinistro in vista di un suo utilizzo per domenica…
    … di lui oggi Vitale ha detto “Sapete bene che non vado mai contro un mio giocatore, però in questo caso vi posso dire che Ivan Fatic è un giocatore che l’Empoli sta cercando di far rientrare a Chievo. Non ci sono particolari problemi, però non giocherà più con noi”
    Fonte Gonews.it

    • ?
      O Ighli, ma se Vitale dice “che non giocherà più con noi”, quantomeno domenica prossima non partirà titolare… o no?
      Che poi nel calcio, come nella vita, non ci sia nulla di sicuro salvo la morte, e che Fatic scusandosi potrebbe ricucire lo strappo, è altro discorso…
      Che “oggi” non voglia dire proprio niente, bhe…

  2. Di Gorzegno mi ricordo una partita di qualche anno fa dove non fece toccare palla a Buscè.Un Buscè tra l’altro all’apice della carriera…mi sorprese molto quel terzino del Brescia perchè eravamo abituati alle scorribande sulla fascia del nostro Antonio.Invece quel giorno fu annullato!Questo per dire che dietro acquisteremo in esperienza e fisicita’…..però…però….non incavoliamoci quando il Gorze si proporrà in avanti e i suoi cross non saranno propio il massimo…..Ecco perchè davanti a lui vedrei molto bene Regini che non assillato dal dover difendere sull’attaccante di destra(naturalmente per lui contrastare un centrocampista risultera’ molto piu’ agevole)saprebbe saltare l’uomo e,puntare verso la porta o scodellare nel mezzo qualche bel pallone invitante!

  3. Di fatti Fatic non è stato provato, come detto invece erroneamente da noi inizialmente. Domani proveremo a spiegare meglio la sua situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here