Secondo giorno di lavoro per gli azzurri che preparano la difficilissima sfida di sabato contro l’Inter.

 

allenamento 1401In programma quest’oggi una doppia seduta di lavoro. Si è alternato lavoro aerobico a lavoro tattico, andando a ritoccare un po’ tutte le situazioni del gioco azzurro nelle due fasi. L’Empoli però sarà sempre lo stesso, soprattutto per atteggiamento, che come ormai dimostrato ampiamente, non muterà in funzione dell’avversario. Si bada al possesso, fase importante per una squadra che proverà a fare la partita, ma è chiaro che la squadra di Mancini ha risorse importanti ed anche dietro, nonostante la difesa sia una macchina ai limiti della perfezione, si va a trovare alcuni accorgimenti.

E proprio in difesa, contro i nerazzurri, rivedremo all’opera dal primo minuto il francese Laurini. Ormai il “Concorde” sta bene e, grazia anche alla squalifica di Mario Rui che riporterà a sinistra Hysaj, è arrivato il momento per mettere da parte tutto il periodo di grande sacrificio e tornare a far vedere di cosa l’ex Carpi è capace. Rispetto a Genova ci sarà un’altra novità sempre nel pacchetto arretrato dove rivedremo Lorenzo Tonelli che ha scontato il suo turno di squalifica.

Non sembrano emergere altre situazioni specifiche, se non per quella maglia che dovrà mettersi, stavolta in attacco, accanto a Massimo Maccarone, con un probabile ritorno da titolare di Francesco Tavano.

Mister Sarri, e questo è cio’ che conta, ha tutti gli effettivi a disposizione, tranne ovviamente Mario Rui e Guarente, e potrà fare cosi tutte le eventuali scelte che più riterrà opportune. Ovviamente, da oggi, manca al campo uno che poteva essere davvero considerato il padrone di casa: Davide Moro passato alla Salernitana.

 

La squadra tornerà in campo domani per una seduta pomeridiana.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Torna in auge Brillante
Articolo successivoPRIMAVERA | A valanga sugli Juniores del Ponsacco
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

    • No, la partita ci sarà, ma è normale aspettarsi di perdere: sono più forti. Quindi prepariamoci saggiamentea tutto, anche al peggio. Ma siccome sono in vena di fare previsioni razionali, non so mica se l’Udinese farà bene contro di noi. Io ne dubito. Qualcosa rosicchiamo a loro. Poi…la palla è rotonda. Però una puinta ci vuole…o uno che da dietro fornisca le punte. Ma perché sabato non mettere Levan da subito? E se perdiamo far entrare eventualmente Tavano dopo? Ma perché farlo giocare subito quando si sa che non regge in alcun modo 90 minuti? Questa è una cosa su cui insisto perché mi resta misteriosa. Con l’Inter è facile perdere? Sì, e allora tanto vale ritoccare da subito. Ma perché no?! Almeno uno che tiene indietro Ranocchia c’è.

      • Comunque stiamo a vedere. Ma ti confesso, Anonimo, che l’Inter mi allarma davvero. Per gli acquisti, che secondo me ci saranno e spero buoni (ma che ce ne facciamo ora di Brillante?), bisogna aspettare ancora, quando i prezzi si abbasseranno e le condizioni saranno migliori. Abbiamo fatto sempre all’ultimo minuto.

  1. Quello che mi sembra cambiato nell’Inter è la mentalità. Giochiamo e il campo darà il responso. Cmq non partiamo certamente battuti. Forza Azzurri !!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here