Dopo la positiva sgambata di mercoledi sera a Fucecchio, la squadra ha lavorato nella giornata di ieri soltanto nel pomeriggio, non svolgendo quindi la classica parte atletica del mattino, curata per lo più dai preparatori Selmi e Sorbello.

 

In campo fin da subito l’ultimo arrivato in gruppo, Nicolao Dumitru, che fa cosi salire a 32 i calciatori impegnati agli ordini di mister Aglietti in questo precampionato.

Allenamento meno carico rispetto a quello dei giorni precedenti anche se l’allenatore azzurro ha messo sotto i suoi con diverse esercitazioni tattiche, impegnado tutti i reparti ma lavorando più minuziosamente sulla difesa, settore in cui, a detta proprio del tecnico Aglietti, si è un passo indietro rispetto ai reparti avanzati.

In campo come detto Dumitru che si è subito distinto per impegno, si vede che l’ex Napoli ha voglia di fare bene e di sfruttare ogni palla, anche quelle meno importanti, per poter dimostrare ai partenopei che lui c’è e che vuol tornare da protagonista.

la curiosità adesso è tutta sul modulo, difatti rimane difficile pensare che Aglietti possa insistere sul 4-4-2, togliendo spazzi vitali ai tanti attaccanti che adesso ha in rosa ed infatti, cosi come visto a Fucecchio, anche nella seduta di ieri, si è visto più 4-2-3-1, assetto che a questo punto sembra più congruo, potendo contare su un Tavano che sa fare benissimo anche l’esterno alto a sinistra.

Buone notizie dall’infermeria, sono difatti tornati tutti in gruppo quelli out nell’amichevole. A lavorare a parte è rimasto solo Guitto.

 

Oggi si torna al classico con le due sedute, atletica al mattino e tattica nel pomeriggio.

 

To. Che.

CONDIVIDI
Articolo precedentePunti di Svista | Se il buongiorno si vede dal mattino
Articolo successivoCon Gigi Cagni…
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

10 Commenti

  1. Penso che il modulo debba essere scelto in funzioni dei giocatori, per fare il 4-4-2 ci vorrebbero almeno altri 2 esterni che nel calcio moderno sono merce rarissima.
    Noi in rosa abbiamo 2 trequartisti (fanucchi e brugman) su cui aglietti vuol puntare(sopratutto brugman) e poi non abbiamo esterni che ci garantiscono una fase difensiva curata(saponara e lazzari) e poi abbiamo tavano che può fare benissimo l’esterno sinistro.
    Levan e Dumitru possono fare entrambi il trequartista-seconda punta.
    Da notare che la differenza sostanziale nei moduli non lo fanno i numeri ma le caratteristiche dei giocatori.

  2. A me piacerebbe anche un 4-3-1-2. Con Dimitru e Levan come punte e tavano o saponara dietro.. Centrocampo con brugman, moro e valdfiori e difesa con buscè, mori, stovini, terzino sinistro (da definire), e pelagotti in porta.. Peccato essere messi così male sulla sinistra perchè sia tavano, buscè e saponara sono tutti destri, sulla sinistra non abbiamo nessuno…

    • giocando con 3 trequartisti musacci non può giocare perchè poi mancherebbe il filtro che invece può essere garantito dal duo valdifiori-moro.

  3. Secondo me invece in una squadra ci vuole sia chi da quantità che qualità !!! Musacci da dare molta qualità al gioco! Ha una buona visione di gioco sia giocando a due che a tre a centrocampo !!! Questa è la mia opinione !!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here