Dopo la serata del Leone d’Argento, azzurri in campo nel secondo giorno di preparazione al match di sabato prossimo contro il Grosseto in trasferta. Un match delicato che andrà sicuramente giocato al massimo contro una squadra, quella del vulcanico Camilli, che difficilmente vorrà congedarsi con una sconfitta dal proprio pubblico e che forse cercherà la vittoria anche per mettere il maggior numero di punti in cascina in attesa delle eventuali penalizzazioni.

 

Grande lavoro tattico quello fatto svolgere dal tecnico Aglietti e dal suo staff tecnico, un lavoro specifico volto soprattutto alla fase di possesso ed alle ripartenze. Diverse partitelle a tema con carte mischiate varie volte ma poi, il mister sembra far capire ampiamente come voglia andare a giocarsela a Grosseto. Un mister tra l’altro molto carico che sente molto il match  ma più in generale il momento topico della stagione (potrebbe non bastare un pari per stare fuori dalla zona playout) e per questo oggi più che mai lo abbiamo visto richiamare i suoi ad ogni minuzia che non tornava.

E trova su tutto la conferma che si dovrebbe vedere un cambio di modulo in partenza, andando a sviluppare un 4-4-2 interessante nel cui centrocampo potrebbe partire titolare anche Valdifiori che oggi si è mosso spesso accanto a Moro.

Continua anche l’esperimento di provare Gorzegno alto a sinistra, una sorta di muraglia in più a protezione della fascia sinistra affidandosi anche alle ripartenze dell’ex Sassuolo ed ai suoi cross.

A destra provati sia Saponara che Signorelli.

Davanti si sono mossi ancora Tavano e Dumitru, ma, non ce ne voglia Nicolao, crediamo che il mister stia attendendo buone notizie su Maccarone per poterlo schierare. Possiamo dire che l’ex Samp sta facendo un lavoro ad hoc, mirato e che avrà durata tutta settimana perché, come confermatoci proprio dallo stesso giocatore, il dolore ancora c’è ed è fastidioso.

La difesa come sempre è pressoché obbligata e dovrebbe essere la medesima vista sabato scorso in casa contro il Vicenza.

 

Buone notizie, anche se le dobbiamo vedere in ottica prossima stagione, arrivano da Tonelli che è riuscito ad essere in gruppo, sta meglio, non ovviamente al 100% ma già il saperlo li dopo il lungo calvario non è poca cosa.

Preoccupa invece Saponara che ha dovuto lasciare anzitempo per uno scontro di gioco.

Fermi i lungodegenti Mori, Vinci e Gallozzi.

A Grosseto non ci sarà l’ex Lazzari che dovrà star fuori per squalifica.

 

Anche domani squadra in campo nel pomeriggio, non sappiamo se verrà svolta una partitella in famiglia od una normale seduta di lavoro.

 

Al. Coc.

7 Commenti

  1. Scusatemi, non c’entra niente con l’articolo ma non ho potuto scriverlo prima…qualcuno sa vagamente cosa è successo fra Ficagna e i tifosi quando si è avvicinato alla Maratona alla fine della partita col Vicenza??
    Grazie.

    • Sinceramente mentre andavo via dalla maratona superiore ho visto Ficagna che parlava con gli ultras….non ci ho fatto troppo caso….pero’ credevo fosse andato li’ per scusarsi per l’errore che aveva fatto e che ci era costato il goal…..se poi è successo altro non lo so!

      • Dai gesti non sembrava così…o almeno ha lanciato la maglia agli ultras ma aveva qualcosa da ridere con i tifosi alla sua destra (sinistra degli ultras).

        • è andato verso la maratona perchè lo stavano fischiando. Si è avvicinato chiedendo spiegazioni. I tifosi sulla sua destra lo offendevano mentre quelli sulla sua sinistra incitavano (o viceversa). Al chè lui ha detto rivolgendosi a quelli che lo offendevano “loro si che sono i tifosi, non voi”. Al chè è stato offeso e ricoperto di fischi e insulti, in più questo a scatenato una mini-rissa fra le due fazioni della tifoseria azzurra. proficagna vs controficagna.
          mi sembrava di vedere un branco di polli che si litiga una scatola di maes (chiusa)…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here