Azzurri in campo nel secondo giorno della settimana che porterà alla sfida di domenica prossima, il derby contro la Fiorentina. A Firenze di fronte troveremo una delle squadre che gioca indubbiamente il miglior calcio in questa serie A e che, lo dobbiamo dire, con merito sta ottenendo risultati importanti. Ovviamente, parte emotiva esclusa, anche questa è una di quelle gare in cui di fatto non c’è niente da perdere e che puo’ essere giocata con una sana libertà mentale.

 

allenamento (27)Doppia seduta quest’oggi in programma, e doppio allenamento davvero importante dal punto di vista tattico. Mister Giampaolo non vuole lasciare niente al caso anche se ci sono alcune situazioni che non giocano certo a favore. Partiamo infatti con l’infermeria visto che oggi si è andato ad aggiungere anche il nome di Leandro Paredes. Per l’argentino un problema al ginocchio sopraggiunto nella prima delle due sessioni di allenamento con lo staff medico che al momento si dice sereno in previsione della partita ma di certo il giocatore potrebbe perdere la giornata di domani. Stesso discorso per Riccardo Saponara che anche oggi è rimasto ai box per un affaticamento al flessore che pochi dubbi sulla sua presenza in campo da parte di chi di dovere ma con un “The Magic” che ancora in settimana non si è allenato.

E’ invece più seria (come dettovi anche ieri) la situazione che riguarda Manuel Pucciarelli con il numero 20 azzurro che molto probabilmente non sarà in grado di giocarlo questo derby anche se la speranza è l’ultima a morire.

Proprio in previsione dell’assenza di Pucciarelli si pensa anche ad una variazione del modulo. Mantenendo il 4-3-1-2 dovrebbe essere Livaja senza grandi dubbi ad andare davanti assieme a Maccarone ma si pensa anche ad una soluzione con il doppio trequartista, un 4-3-2-1 con Krunic in linea con Saponara e dietro all’attaccante novarese. Per il resto non ci dovrebbero essere particolari novità di formazione con a questo punto Buchel in vantaggio su Paredes a sinistra e l’unico dubbio relegato a quello tra Diousse e Maiello per il ruolo da regista.

Ricordiamo che tra i sicuri indisponibili nelle fila azzurre ci sono Mchedlidze e Croce, tutti e due potrebbero essere in gruppo dopo la gara di domenica prossima.

 

La squadra tornerà in campo domani per un allenamento che andrà in scena nel pomeriggio.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteDomani sera su Antenna5 un viaggio nel tempo
Articolo successivoOltre 500 biglietti già venduti per Firenze
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

11 Commenti

  1. Settimana scorsa tutto normale, domenica c’è il derby e si stanno facendo male tutti quanti! In attacco siamo pure contati e Manuel forse non recupera. Piove proprio sul bagnato in vista del match di domenica.

  2. in attacco siamo in emrgenza fissi da 2 anni ormai,Levan è infortunato cronico,se Puccia o Macca si prendono un influenza è già allarme rosso,è una lacuna che nonostante tutti ne siano a conoscenza ancora non è stata colmata dalla dirigenza, a questo punto forse la cosa migliore è partire con l’albero di natale ,con Livaja da buttare dentro l’ultima mezz’ora in caso di necessità!

  3. …scegliessi io farei giocare punta Saponara
    con Macca e dietro Paredes
    ma Paredes sembra non esserci
    per ciò va bene anche l’alberino di Natale

    ….però…..con un bel coltellaccio tra i denti….

  4. Questi oltre a non avere mai un infortunio a sfavore e TUTTO A FAVORE (rigori, espulsioni ecc…. in modo clamoroso) trovano anche le squadre avversarie coi migliori giocatori che s’infortunano sempre (clamoroso a milano con l’inter nel riscaldamento che s’azzoppò praticamente mezza squadra dell’inter)…..mi sa che il loro allenatore (il gobbo di m…a, come lo chiamavano fino a 1 mese e mezzo fà) deve avere un grandissimo fattore c!!!!

  5. STE65 quando una squadra comincia a essere vincente come la nostra ecco che cominciano le rosicate degli avversari…anche noi quando la Juve era prima o altre squadre si trovava tutte le scuse possibili fortuna, infortuni rigori ecc ecc… È così la legge del calcio ricordatevi chi vince ha sempre ragione la fortuna non esiste alla fine vince sempre la squadra migliore…probabilmente paolo sousa non è Montella e la preparazione è stata fatta in un altra maniera visto che facendo le corna quest’anno non ci sono gravi infortuni…gli altri anni era un bollettino di guerra mai avuto la squadra titolare… Tra l’altro abbiamo giuseppe rossi in ex giocatore che se tornasse giocatore sarebbero dolori x tutti…
    Saluti Viola

    • Dopo l’Empoli, io tifo per la Fiorentina (in particolare quando gioca Ilicic), ma dire che nel calcio la fortuna non conta è cosa affatto ridicola! Essa è un fattore importantissimo e viene subito dopo l’arbitro, il resto dipende dal gioco. Detto poi da un che *fa le corna* nello stesso messaggio è … vedi un po’ tu. 😀
      Forse tu volevi dire che in un campionato, comunque, si affermano le squadre migliori, il che è ragionevole, però rammento sempre quello vinto dalla Juventus all’ultima giornata contro l’Inter di Ronaldo e quello, mi pare sempre all’ultima contro i Viola (perché ora dicono la viola?). In entrambi i casi non fu certo il miglior gioco a decidere. Per non parlare poi delle coppe europee vinte in serie, dal Milan: senza una coltre di nebbia a (mi pare) cinque minuti dal termine della partita di Belgrado, i rossoneri alla coppa dei campioni non sarebbero stati neppure iscritti l’anno dopo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here