Azzurri in campo nel pomeriggio per l’odierna seduta di lavoro in vista del match del “Granillo” in programma sabato pomeriggio.

 

A metà settimana si inizia a dare un volto più nitido al probabile undici titolare che oggi, nella parte tattica, succeduta ad una serie di esercitazioni soprattutto sulla fase di non possesso, è stato provato con maggiore insistenza.

Trova conferma la voglia di far esordire dal primo minuto il brasiliano Ze Eduardo che andrà ad agire sulla mezz’ala sinistra nel modulo che sarà, a questi punti non dovrebbero esserci variazioni, il 4-3-1-2.

Accanto al calciatore in prestito dal Parma, dovremmo trovare Moro in cabina di regia e Buscè sulla destra, anche se Gallozzi è assolutamente in pieno ballottaggio con il napoletano. Da dire che per il ruolo del vertice basso del rombo, anche Coppola e Guitto si stanno giocando le loro carte, ma l’ex Livorno pare per adesso godere della maggior fiducia da parte di mister Carboni.

Il trequartista sarà Brugman, è stato provato praticamente sempre lui in quella posizione con Lazzari che svolgeva lo stesso ruolo nella formazione delle riserve.

Pochi dubbi, anzi possiamo parlare di certezza, per quel che riguarda l’attacca, dove anche oggi si è mossa la coppia dei sogni Tavano-Maccarone.

Qualche punto interrogativo in più lo troviamo invece in difesa, dove il solo Stovini (scontato Pelagotti in porta) si potrebbe dire ad oggi sicuro del posto, anche perché sia Mori (oggi era assente) che Tonelli (ha lavorato a parte) hanno dei problemi, il che darebbe spazio a Ficagna, anche se, dovesse rientrare Mori di qui a venerdi potrebbe essere il nazionale Under21 a giocare dal primo minuto. Anche per il ruolo di terzino sinistro non è scontato Gorzegno.

Un sorriso ce lo fa strappare Valdifiori che oggi era regolarmente in campo, sempre provato tra le riserve, ma sul terreno di gioco per tutta la seduta, non è quindi da escludere, salvo ricadute, la sua convocazione sull’aereo per lo stretto.

Ancora assenti per influenza Chara e Shekiladze.

 

E’ un Carboni sereno quello che si avvicina al match di sabato, con soprattutto l’impressione che la squadra abbia davvero svoltato mentalmente: “Stiamo lavorando bene, con serenità e fiducia e vede fare ai ragazzi cose molto più semplici ed efficaci perché maggiormente liberi di testa. Serviva un episodio ed il gol del pareggio, con tutta la reazione postuma, di sabato scorso, sembra essere quello che da tempo cercavamo. Con questo dobbiamo lavorare ancora ed investire al maglio i prossimi due giorni perché non ci siamo soltanto noi in campo ma troviamo un avversario forte che soprattutto sul suo campo è davvero ostico. Stiamo poi pian piano recuperando al meglio tutti i giocatori, da Tavano che ormai è quasi al 100% a Valdifiori , questo sarà per noi importante perché di qui alla fine ci sarà bisogno di tutti.”

 

Per domani è prevista una nuova seduta di lavoro a partire dalle 14:30.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon Antonio Buscè….
Articolo successivoNews da Reggio…
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

12 Commenti

    • Come fai a dirlo? Contando che nel Parma non ha mai giocato o quasi, devi averlo visto Giocare in Brasile, dove peraltro aveva fatto cose mirabolanti.
      Quindi? Mi sa che quello che dici é aria fritta…

  1. “Serviva un episodio ed il gol del pareggio, con tutta la reazione postuma, di sabato scorso, sembra essere quello che da tempo cercavamo.”

    Che la squadra abbia bisogno anche di piccole motivazioni per guarire,siamo anche daccordo…ma che addirittura il pareggio con il Crotone sia stata la scintilla che fara’ ardere un nuovo fuoco,mi sembra un cosa nemmeno da pensare.I ragazzi debbono avere una sola motivazione in tutte le partite che verranno di qui alla fine: GIOCARE ALLA MORTE PER ONORARE LA MAGLIA CHE PORTANO…POI SE GLI ALTRI SI DIMOSTRERANNO PIU’ FORTI DI NOI CHE VENGA QUEL CHE DEVE VENIRE….MA SOLO dopo aver dato tutto.ADESSO GLI ALIBI SONO FINITI…..A REGGIO PER VINCERE…SOLO PER VINCERE!

  2. Non siete mai contenti peró… Uno prova a dire qualcosa per caricare l’ambiente e tutti subito a ribattere polemicamente. Ma diavolo, abbiamo capito che il problema è mentale, allora diamogli una mano

  3. Ma quale mentale e mentale qui la cosa che risulta in modo evidente è che la squadra non si diverte quando sta in campo e non credo dipenda solo da uno stato mentale….per me è piu’ una questione di stimoli mancanti e di uno spogliatoio che non è piu’ lo stesso!…E se davvero un pareggio raggiunto con il Crotone,puo’dare la svolta credo che è meglio chiudere baracca e burattini e andare tutti in montagna a sciare!Lo stato mentale si deve sbloccare vedendo dove siamo finiti in classifica: 23 PUNTI IN PIENA ZONA RETROCESSIONE…NON BASTA QUESTO PER MOTIVARE UNA SQUADRA?AVESSIMO PAREGGIATO MAGARI A TORINO O A PESCARA O A SASSUOLO….IL PUNTO PRESO CON IL CROTONE PUO’ SOLO DEMORALIZZARCI …NON GALVANIZZARCI.Poi se ci si mette anche l’allenatore mettendo Moro in cabina di regia…vuol dire che qualcosa non va!E questo lo dico amando questa squadra e non per essere distruttivo…ma per essere costruttivo!

  4. Se mi posso permettere, il problema quest’anno mi pare che sia soprattutto che “noi tifosi” non ci divertiamo per niente…

  5. per empolese,ze eduardo,era riserva dimusacci al parma,e’ qui solo perche’ abbiamo fatto un favore a un tale procuratore,leggi raiola,leggi brugman.Poi se mi smentira’in campo,saro’ il primo ad esserne contento

  6. Daniele perché gli stimoli non fanno parte degli aspetti mentali??? Cos’è un aspetto tecnico???
    Da quando è andato via Coralli hai il dente avvelenato e fai solo polemica…
    E poi visto che dici di essere un tifoso vero…
    Il primo anno di Cagni…ci davano tutti spacciati…perdevamo in casa con il Treviso piu che ultimo in classifica…pareggio di Riganó al 90!
    Quella fu la svolta….da lì cominciammo a giocare e facemmo un filotto di vittorie…
    Eppure un pareggio in casa con l’ultima fu considerata come una sconfitta…
    Quindi nelle parole di Carboni c’è quella di cercare di motivare l’ambiente…perché devi criticarlo?!

  7. Prima di criticare questo ragazzo diamoli una possibilità…

    Anche se rimango sempre piu perplesso che nel mercato invernale si sia preso 3 giocatori a costo 0€..!!!!!!!! E non si sia speso per prendere un REGISTA ( che adesso ci ritroviamo con moro..) e un TERZINO!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here