La squadra azzurra si è ritrovata questo pomeriggio dopo il giorno di pausa. All’orizzonte il derby con il Grosseto che arriva dopo il quarto pareggio consecutivo.

 

Il tecnico azzurro Alfredo AgliettiI ragazzi, agli ordini di mister Aglietti e del suo staff, hanno lavorato, come in genere accade nel primo giorno di lavoro settimanale, facendo dapprima un grande lavoro aerobico e dopo con la palla riandando a rivisitare e correggere alcune situazioni dell’ultima partita. Un match quello di Ascoli che ha purtroppo lasciato diversi strascichi a livello fisico, Moro come noto si è strappato ed oggi, in attesa di saperne di più, è stato fermo. Anche lo stoico Tonelli è tornato con una bella frattura al naso ma oggi era in campo seppur in un differenziato. Settimana importante per capire le condizioni di Fabbrini e Valdifiori con il primo che dovrebbe farcela ad esserci nel derby. Anche Musacci non è uscito bene dal “Del Duca”, ma le sue condizioni non dovrebbero destare particolari pensieri.

 

Con il tecnico azzurro siamo andati velocemente a riparlare del match di Ascoli, una partita dalla quale la squadra azzurra è sicuramente uscita bene, anche se, come già detto nel dopogara, continua a dare l’impressione di faticare non poco nel trovare la via della rete: “ Fermo restando che dobbiamo sempre migliorarci in ogni situazione e fase di gioco, possiamo dire che dietro siamo vicini alla quadratura del cerchio. Purtroppo è un dato inconfutabile, come già sottolineato, che fare un gol in quattro partite è davvero poco, soprattutto per una squadra che crea e si mangia anche dei gol. Ad Ascoli certe situazioni nette, da mangiarsi le mani, come nella gara con la Triestina non ci sono state, ma il discorso resta sempre quello ed è li che dobbiamo migliorare il tiro. Una volta, ci vorrà pazienza da parte di tutti, migliorati alcuni aspetti in fase di finalizzazione ci potremmo togliere maggiori soddisfazioni”. Poi un breve cenno al derby di domenica, dove però mister Aglietti ci fa notare che: “ Il derby è una gara diversa dalla altre e metteremo in campo quel qualcosa in più, prima però ci sono da valutare diverse cose di non poco conto, su tutte le condizioni fisiche di alcuni giocatori. A metà settimana potremo iniziare a valutare moduli e formazioni.

 

T.C.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here