Squadra in campo quest’oggi per l’ultimo allenamento, prima della rifinitura di domani, in vista dell’affascinante trasferta di San Siro dove andremo ad incrociare le lame con il Milan di Inzaghi.

 

allenamento 1302Bel lavoro tattico quello che si è svolto oggi con prove sia di 4-3-1-2 che di 4-3-2-1, soluzione che difficilmente vedremo dall’inizio ma che stuzzica Sarri con la possibilità di vedere assieme sia Zielinski e Verdi dietro ad un punta che potrebbe essere Maccarone. Ma in partenza le punte due saranno due, molto probabilmente “Il Gladiatore” sarà ancora affiancato da Pucciarelli, ed il trequartista uno soltanto con Verdi in vantaggio sul polacco.

Per il resto poi vedremo l’Empoli di sempre grazie anche al rientro in campo di Daniele Croce che con il Cesena ha scontato il suo turno di squalifica ma anche con Vecino che sta bene e giocherà titolare al Meazza.

Dietro zero dubbi con un Laurini che ancora dovrà sistemarsi in panchina per dar spazio ad Hysaj sulla destra che farà da dirimpettaio a Mario Rui con Tonelli e Rugani centrali.

Anche oggi si è badato molto al gioco in verticale ed ai calci piazzati, situazione che il tecnico rossonero ha ammesso di temere essendo l’Empoli squadra che svolge sempre un ottimo lavoro in quelle situazione. Gli unici indisponibili per la trasferta milanese sono Saponara (oggi come avete già avuto modo di vedere è tornato al lavoro ma solo in palestra) ed il solito Guarente.

 

La squadra tonerà in campo domani mattina per la seduta di rifinitura che sarà seguita dalla conferenza stampa. Nel primo pomeriggio partenza in treno per Milano.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | Saponara parla al rientro a lavoro
Articolo successivoSerie B | L'anticipo è del Perugia
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. Ma io dico di che cavolo sanno questi soprannomi assurdi: “the magic, il prestigiatore, la lanterna verde, the wall etc..” chiamateli per nome e festa finita

  2. Vorrei fare una domanda a Marinai…..se leggi
    Ma dopo la telefonata di Lotito al dg dell’ischia pensi sempre che gli arbitraggi siano onesti? dai! si capisce benissimo che gli arbitri subiscono pressioni per non dire peggio.
    L’anno scorso hanno favorito alla grande il Palermo per farlo venire su.
    E’ tutto basato sui dirritti di sky

    • Come ti ho risposto ne “Il Punto” io parto dal presupposto che le direzioni arbitrali siano eque, poi lo so pure io che esiste la sudditanza psicologica (non solo nel caso di specie ma nella vita in ogni suo risvolto) ed esistono le pressioni, basti pensare come vengono accolti gli arbitri nei loro spogliatoi e i beni che ci trovano. Il mondo arbitrale non è certo l’isola felice dove approdano solo e soltanto persone di sani principi, lo abbiamo visto in Calciopoli che i farabutti albergano pure lì, ma vanno individuati ed emarginati al pari di tutti i dirigenti che muovono i fili di questo mondo. L’intercettazione di Lotito la reputo gravissima perchè un consigliere federale, un presidente di società, non può rivolgersi in quei termini al presidente della B denigrando e mancando di rispetto a squadre, società, città e tifoserie. Dovrebbe riferire subito ed essere deferito secondo me.

  3. Alla fine considerando le caratteristiche di Manuel e di Big Mac o 4-3-1-2 o 4-3-2-1 la sostanza non è che cambia molto con i 3 là davanti che si scambiano spesso le posizioni. Poi è chiaro che se metti Zielinski per Pucciarelli allora metti un giocatore leggermente più difensivo ma alla fine il modo di giocare non cambia.

  4. non Sono contro I soprannomi ma anche io credo che un USO eccessivo Sia alla fine ridondante. Solo un consiglio, grazie e buon Lavoro

    • Stai parlando di te stesso, ovviamente, mentre ti vedi moltiplicato allo specchio. Infatti siete la maggioranza. E giacché ci siamo: i Ducali per la squadra del Parma, i Clivensi per il Chievo, i capitolini per la Roma…sono esibizioni di incolti che uando parole che credono “fini” e “colte” dimostrano quanto non lo sono essi stessi. Va bene invece: i “bischeri” per quelli come maxiimilian. Già: maximilian. Massimiliano no, è troppo popolare e quindi volgare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here