Pomeriggio di lavoro per gli azzurri in quella che è stata l’ultima seduta di allenamento, prima della rifinitura di domani, in vista del match contro il Vicenza.

 

La squadra ha lavorato come di consueto sul terreno del “Sussidiario”, iniziando la seduta di allenamento con una ricca parte atletica gestita dal Prof. Selmi.

Si è poi passati alla palla con delle esercitazioni mirate, su tutto si è cercato molto di migliorare gli inserimenti e le verticalizzazioni, mister Sarri teme (e lo ha detto più volte ai suoi) una gara bloccata dove sarà difficile sfondare. Anche per questo saranno più che mai importanti le situazioni da palla inattiva, ed anche oggi, “mister 33 schemi” ha fatto provare alcune cose molto interessanti che non spieghiamo nel dettaglio per ovvie ragioni.

Nella partitella tattica (scusate il gioco di parole) oggi non c’è stata assolutamente pretattica, infatti, salvo fatta eccezione per alcune situazioni mirate, i probabili undici titolari si sono mossi insieme, fronteggiati da chi dovrebbe andare in panchina o in tribuna.

Per quanto riguarda le notizie positive, diciamo subito che Saponara era regolarmente in campo, messo la, dietro le due punte Tavano e Maccarone, nel solito 4-3-1-2.

Chi invece non ha preso parte alla seduta è stato Francesco Pratali, questo a sinonimo che il problema accadutogli ieri e raccontato nel precedente articolo, è più importante di quanto non si pensasse: rimane complicato capire nel dettaglio l’entità, però a due giorni dal match potrebbe diventare difficile pensare ad un recupero.

Se non dovesse farcela, con ogni probabilità dovremmo vedere Tonelli agire da centrale accanto a Regini.

Per il resto non ci sono novità di probabile formazione, con un undici che ormai sta diventando sempre più statico nella sua composizione.

 

Oltre a Pratali, si sono registrare anche le indisponibilità di Levan e del suo connazionale Shekiladze e Mori unite a quelle dei lungodegenti Ferreira, Camillucci e Boniperti. Continua il suo lavoro differenziato Accardi che però va ritenuto ancora non pronto, forse (lo stiamo dicendo un po’ troppo spesso) la settimana prossima potrebbe essere quella buona. Lavora sodo anche Coralli che però, se mentalmente sarebbe già pronto per dar mano ai compagni, fisicamente ha ancora un buon mese di lavoro.

 

Da segnalare che da questo pomeriggio, il terreno del campo centrale è stato coperto da alcuni teloni in materiale sintetico per proteggere il campo dalle presunte piogge copiose che potrebbero cadere nelle prossime ore. L’indicazione è stata proprio di mister Sarri che si era un po’ lamentato perchè questo provvedimento non era stato preso anche in occasione della gara con lo Spezia, ma sabato più che mai, la squadra non puo’ concedere un campo pesantissimo a degli avversari che con ogni probabilità si chiuderanno.

 

Per domani è prevista la rifinitura nel pomeriggio seguita dalla conferenza stampa di mister Sarri.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEmpoli Fc – In ansia per Pratali e Saponara
Articolo successivoTnas: nessuna decisione
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here