ph EFC
ph EFC

Procede senza sosta la preparazione dell’Empoli nel ritiro di Sestola, in attesa che sabato venga disputata la seconda amichevole stagionale. Nel pomeriggio la squadra si è allenata sulla falsariga della mattina, con tutti i giocatori sul campo centrale. Prima si è proceduto a delle specifiche esercitazioni reparto per reparto, poi si è proseguito con una partitella a ranghi misti. Il 4-3-1-2 è il modulo impiegato in questi giorni da mister Martusciello, che da questo punto di vista sta proseguendo con la tradizionale disposizione tattica introdotta da Sarri e poi confermata da Giampaolo.

 

Davanti si lavora a coppie mischiate, per cui gli attaccanti ruotano tra loro visto che Martusciello vuole provare tutte le soluzioni possibili. Levan, a causa di piccolo affaticamento, si è allenato a parte svolgendo un lavoro distinto rispetto a quello della squadra. Assenti i nazionali Dimarco e Picchi, la squadra sembra stare bene, visto che i primi test pare abbiano dato ottimi esiti. Da evidenziare la gran voglia di Pereira, che pur essendo indietro con il lavoro rispetto al resto dei compagni, si sta rimettendo in pari con grande entusiasmo.

 

Simone Galli

CONDIVIDI
Articolo precedenteDal ritiro | Levan a parte
Articolo successivoMercato Azzurro | Nasce l’idea Paredes
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

15 Commenti

  1. Però…non male che Levan abbia un affaticamento (seppur lieve) lo stesso giorno in cui dichiara di voler essere decisivo nella prossima stagione…la prossima volta l’intervista esclusiva a Levan non fatela, che altrimenti porta male.

  2. È stato ammesso errori nella gestione di Levan lo scorso anno. Quest’anno verrà trattato in stile Ssrri Sinatti o similare..aspettate a prendere e partire con giudizi.

  3. Concordo con Maurizio.Se Levan ha bisogno di un regime particolare di allenamenti è inutile e controproducente considerarlo alla stregua di tutti gli altri.L’importante è che riesca a stare bene e mi sembra che nella stagione di Sinatti fu più o meno in grado di non infortunarsi mai.Purtroppo non sarà mai un atleta in grado di reggere due partite di 90 minuti in tre giorni ma l’obbiettivo nostro deve essere di portarlo a tenere potenzialmente in 90 minuti una volta a settimana.

  4. È riuscito a mettere insieme un paio di stagioni Pozzi,nn vedo perché nn riesca a farlo lui.Forse nn viene gestito adeguatamente..

  5. Chi continua a sostenere Levan non ha ancora capito una cosa basilare nel calcio: gli infortuni che subisce (nessuno grave, tutti muscolari) sono dovuti al fatto che non regge il livello di allenamenti a cui è sottoposto perchè non è in grado di giocare a questi livelli. E’ come se pretendessero di mandare in ritiro un giocatore di Promozione, dopo pochi giorni scoppierebbe. Mi ricordo che anni fa questa cosa successe a un tale Coppola, che avevano preso in prova se non sbaglio dal Castelfiorentino…

  6. Soffre di infortuni muscolari perché,a dispetto del resto della rosa,ha una muscolatura più estesa ed una struttura fisica che metabolizza più lentamente i carichi di lavoro, soprattutto quelli più pesanti che vengono eseguiti in preparazione.Questo è ancora più basilare,basta aver giocato un po’ al pallone…E cmq un preparatore con le contropalle penso sappia come vada gestito.Il discorso che dici tu Gandalf,onestamente,data forse la mia esigua esperienza in merito,è la prima volta che lo sento dire:trattasi cmq di professionista che nn deve fare altro,beato lui, tutto il giorno,a meno che mi sfugga il fatto che di secondo lavoro fa la mezzamescola nei cantieri e allora è un altro paio di maniche.Ma proprio per questo penso abbia una struttura ed un’età ancora giovane per supportare e sopportare adeguatamente le sollecitazioni derivanti dagli allenamenti di una squadra che svolge calcio a livello agonistico.

    • Nicola dammi retta non c’entra niente la muscolatura o il fare solo quello: lo hanno mandato a giro per tutta Italia, anche al Milan Lab, eppure continua ad infortunarsi. Si tratta di affaticamento dei muscoli per i carichi di lavoro che lui non regge. Oppure vogliamo credere ancora una volta che lui e solo lui, a differenza di tutti gli altri giocatori della terra, ha una muscolatura particolare ecc. ecc. Suvvia, come direbbe Mughini….

  7. …ma che vita vuoi che faccia sta’ a Empoli con la famiglia e’ un tranquillo …e’ che non e’ all altezza di giocare in serie A con carichi di lavoro cosi…forse sarebbe un ottimo giocatore nel campionato georgiano o armeno o a dubai …qui NO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here