IMG_1598Si chiude con la seduta pomeridiana la quinta giornata di lavoro a Sestola. Gli azzurri sono nella prima settimana della nuova stagione e si stanno allenando al ritmo di due sedute al giorno, per poi arrivare a domenica dove si giocherà il primo test amichevole contro la formazione del Farogaggio (Eccellenza).

 

Nel pomeriggio sono proseguite le prove tattiche con Giovanni Martusciello a provare unicamente il 4-3-1-2 in continuità a quanto fatto da collaboratore dei suoi predecessori. Nella seconda metà di giornata il mister ha impegnato i ragazzi con diverse partitelle a tema, mettendo sempre dentro due squadra a specchio con Saponara e Fantacci a giocare dietro le punte, dove oggi Gilardino si è mosso con Pucciarelli e potrebbe essere questa la coppia che darà il via alla prima uscita della stagione. Dall’altra parte Maccarone ha agito in coppia con Levan anche se il georgiano ha dovuto fermarsi anzitempo per una piccola noia che non dovrebbe rappresentare niente di grave. Più leggero, rispetto a stamani, il lavoro per la difesa che in questo momento è oggetto di maggiori attenzioni da parte del tecnico ischitano. Anche i portieri stanno lavorando molto duramente con un Pelagotti sempre più pronto in attesa che raggiunga il ritiro azzurro anche Skorupski. Chi ha invece raggiunto il ritiro oggi è stato Matheus Pererira che però non è sceso in campo, “debuttando” cosi domani mattina. Assenti quindi i soli nazionali Picchi e Dimarco. Ad assistere agli allenamento quest’oggi anche il Presidente Corsi.

 

La squadra tornerà sul campo domani mattina alle ore 10:00.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteDal ritiro | Prove tattiche in quel di Sestola
Articolo successivoNews mercato serie A
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

6 Commenti

  1. Mi dispiace dirlo ma anche a questo giro l’anno di Levan, come sempre, sarà il prossimo. In bocca il lupo e speriamo di sbagliarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here