Il futuro di Daniele Mori sarà ancora azzurro, ma non quello dell’Empoli, bensì quello novarese.

 

Il difensore scuola Empoli, dopo esser rientrato ieri all’Udinese, dal prestito consumato in riva all’Arno, senza grossi proficui per il giocatore, verrà “dirottato” dal club di appartenenza verso una squadra di prima fascia della prossima serie B. A Novara ritroverà anche mister Aglietti con il quale ha condiviso due stagione importanti con la nostra maglia azzurra.

Quella di Novara sarà un occasione importante per dimostrare il suo valore e tornare sui livelli che lo hanno portato a giocare con la Nazionale Under21 prima ed a farsi apprezzare dalla società del patron Pozzo poi.

 

Come detto, la stagione appena trascorsa, non la potrà certo incorniciare Daniele, che tra infortuni ed alcune scelte tecniche che non lo hanno mai privilegiato, si è gustato il campo solo per pochi scampoli di match ad Ascoli.

 

La notizia del trasferimento in Piemonte, a dir la verità, l’ha data lo stesso Mori sul suo profilo Facebook, poche parole, tre per l’esattezza: ” che Novara sia.”

Ovviamente si sono susseguiti messaggi di in bocca al lupo, di benvenuto da parte dei nuovi tifosi e di arrivederci da quelli azzurri.

 

Un in bocca al lupo, sentito, lo vogliamo dare anche noi della redazione di PianetaEmpoli.it verso un ragazzo in totale credito con la fortuna al quale auguriamo davvero il meglio.

 

Alessio Cocchi

16 Commenti

  1. Non si puo’ negare comunque che infortunatosi Pratali….il duo Tonelli-Regini ad un certo punto della stagione è diventato INTOCCABILE….percui Mori,seppur portato in panchina,avrebbe fatto la fine di….Gigliotti!

  2. Giocatore che ha tutto per far bene..anche se quest’anno era inevitabile che trovasse poco spazio visto le grandi prove dei nostri difensori….in bocca a lupo Daniele!!

  3. Poco spazio dato da Sarri?
    Ma xchè allora l’anno scorso tutte le sante volte che si parlava, durante la settimana ed anche qui su PE, di formazione possibile x la successiva gara, Mori era sempre infortunato?
    Delle due l’una: o ci sono stati dissidi con Sarri o erano vere le voci che Daniele aveva (ha ancora?) un guaio fisico “cronico” (problema alla cartilzgine del ginocchio)dal quale non riusciva ad uscire.
    Qualcuno in grado di fare chiarezza?

    • nessuno ti risponderà come non è mai stato fatto del resto.
      provo a risponderti io da quel che so; fermo restando che, almeno a bocce ferme, qualcuno che durante l’anno ha dato il giocatore sempre per disponibile e che addirittura ha voluto dire che sarebbe stato, insieme a Coralli il rinforzo di gennaio, dovrebbe quantomeno degnarsi di spiegare come sono andate le cose.

      Bene questa la ricostruzione di cui sono al corrente:
      Partiamo dall’inizio. Mori viene mandato dall’Udinese in prestito all’Empoli, che glie lo aveva appena venduto. Il giocatore arriva ad Empoli infortunato. Il percorso sarebbe dovuto essere un percorso di recupero che avrebbe dovuto vedere piano piano il giocatore inserirsi in squadra.
      Non scordiamoci che ad inizio anno le prospettive riguardo la nostra difesa erano altre.
      Purtroppo più avanti Daniele va con la riabilitazione, più ci si rende conto che le cose non procedono per il meglio. Infatti pronti e via, il giocatore ha subito delle piccole ricadute che, sempre in via precauzionale, vengono monitorate con molta prudenza. Man mano che passa il tempo e che queste piccole ricadute si continuano a verificare ci si rende conto che probabilmente l’operazione a cui il giocatore è stato sottoposto a Barcellona non è stata eseguita nel migliore dei modi. Infatti sembra che la cartilagine del ginocchio operato faccia una fatica cane a riformarsi in modo ottimale. Si prova con altre soluzioni, anche chirurgiche, e addirittura con impianti artificiali. Da qui il giocatore sembra iniziare a ristabilirsi, ma è proprio nel momento in cui l’Empoli ha trovato la sua quadratura., dunque gli spazi sono comunque risicati. Iniziano dunque i primi malumori del giocatore inevitabilmente volti soprattutto al tecnico Sarri e alla dirigenza.
      Inoltre va detto che, sinceramente, con la difesa alta e rapida che aveva in mente Sarri un Mori, specialmente in quello stato sarebbe stato forse deleterio. Certo, in qualche occasione, avrebbe fatto comodo, ma non da considerare titolare.

      • Grazie mille per la spiegazione.
        A questo punto mi permetto di chiedere a Te, che mi sembri comunque al corrente di tante cose a me oscure, altri due piccoli misteri del calciomercato di quest’anno (magari sono solo stato io poco attento e la risposta è ovvia, nel qual caso vorrai gentilmente scusarmi…)
        1) dopo l’articolo su PE relativo al futuro di Dumitru, non sono riuscito a capire cosa abbiano deciso Napoli ed Empoli della loro comproprietà: ne sai qualcosa?
        2) perchè non è stato scelto di tenere Rovini, in comproprietà con l’udinese, visto che ad Empoli avrebbe avuto certo + possibilità di vedere il campo rispetto ad Udine?
        GRAZIE

        • Grazie intanto, semplicemente mi documento in qua e in la.. nulla di misterioso..

          Per quanto riguarda Dumitru sembrerebbe che la comproprietà sia stata già risolta durante la stagione visto che dalla lista delle comproprietà pubblicata dalla lega calcio, non risulta questa comproprietà.
          Sia chiaro, è una supposizione.. però vedo difficile che si siano scordati del giocatore..

          Su Rovini è stata recentemente rinnovata la compartecipazione fra Empoli e Udinese. Il giocatore sarà ad Empoli anche la prossima stagione (http://bit.ly/13iQ3Tm). Probabile che resti in primavera anche per l’anno prossimo visto il rendimento altalenante di quest’anno. Si dice sia un po’ una testa calda (si dice..). Sono voci, prendile come tali, non c’è volontà di offendere o giudicare nessuno. Però il fatto che si sia già monetizzato qualcosa dal giocatore fa pensare..
          Oppure chissà magari viene integrato con la prima squadra.. Di sicuro resta ad Empoli

          Ciao!

          • Sembra quasi un “giallo”… anzi, ne sembrano due…
            Mi permetto di aggiungere:
            1) per quanto riguarda Dumitru, ottima osservazione, la Tua, che hai verificato la risoluzione delle comproprietà! Peraltro è strano, molto strano, che sia uscito su PE un articolo che parlava di dover risolvere la “compartecipazione” e poi ci sia stato la diaspora delle notizie in merito a questo attaccante… perchè PE non ha più parlato? perché PE NON LO METTE IN NESSUNA VOCE (nè cessioni, nè acquisti, nè in nessun altro luogo) DEL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO CHE AGGIORNA QUOTIDIANAMENTE?
            2) per quanto riguarda Rovini la Tua notizia mi fa molto piacere, perché per me il ragazzo vale tanto ed in più riterrei che solo qui ad Empoli (fra primavera e prima squadra) possa maturare ancora, con tutti i vantaggi (anche economici) che ciò comporterà. Peraltro, mi tocca rilevare che PE, sempre nella pagina del CALCIOMERCATO AGGIORNATA, scrive quanto segue:
            «ALTRE OPERAZIONI: Arrivi- M.Maccarone, a (Sampdoria) [rinnp]; V.Laurinì, d (Carpi) [rinncmp]; Cessioni- E.Rovini, a (Udinese) [rinncmp]»
            “Parrebbe”, e sottolineo il condizionale, che x Rovini sia stata confermata la comproprietà con diritti sportivi all’Udinese…

  4. Per quanto riguarda Rovini.
    se PE sa qualcosa di più dovrebbe dirlo. Evidentemente si sono sbagliati, credo.
    Leggendo quanto scritto nel link di udineseblog che ti ho girato non ho dubbi.
    Il sito molto vicino all’udinese riprende una notizia apparsa sul sito ufficiale dell’udinese calcio
    Sinceramente, con tutto il rispetto per pianetaempoli, ritengo il sito ufficiale dell’udinese una fonte più sicura.

    Per Dumitru il discorso sembra chiaro. Dumitru è del napoli. Il tabellone boh.

    Comunque leggo su seriebnews che Nicolao Dumitru potrebbe avere ancora una chance al Cittadella, stavolta dall’inizio della stagione. Il club veneto, infatti, avrebbe deciso di riscattare la metà del suo cartellino, di proprietà del Napoli.
    Su mattinopadova invece leggo che Situazione Nicolao Dumitru: il Cittadella ha sull’attaccante il diritto di riscatto della metà dal Napoli. .

    Probabilmente in tempi non sospetti il napoli ha riscattato l’intera comproprietà, oppure forse c’era un obbligo di riscatto, oppure, come credo, il napoli resososi conto del bidone che aveva fra le mani, pagato la bellezza di 3 milioni di euro (la metà), ha chiesto all’empoli di non monetizzare la seconda metà, e l’empoli per mantenere i rapporti, ha accettato.
    La cosa certa è che questa comproprietà non è più in essere per i seguenti motivi:

    1) come riportato nel seguente link (compartecipazioni squadre serie A http://bit.ly/18VQILA) e anche nell’altro link (che riporterò nel prossimo messaggio) il nome di Dumitru non compare.
    2) Diversi siti parlano del fatto che il Cittadella abbia ottenuto, quando fu definito il prestito nella scorsa stagione, il diritto di riscatto della metà del giocatore. E questo sarebbe impossibile se Dumitru fosse ancora a metà fra Empoli e Napoli, perché a quel punto sarebbero 3 le squadre detentrici del cartellino, cosa vietata dal regolamento italiano.

    Spero di aver chiarito

    Ciao!! 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here