Domenica libera per i ragazzi di Martusciello, una domenica in famiglia anche per caricarsi al meglio visto che da domani inizierà una delle settimane più importanti e più sentite: quella che ci porterà al derby con la Fiorentina.

Nell’attesa che piano piano possano tornare tutti i calciatori impegnati con le nazionali (Skorupski, Mchedlidze, Veseli, Buchel, Tchanturia e Di Marco) l’obbiettivo principale sarà quello di poter recuperare chi oggi è ai box, in particolar modo Daniele Croce. Ieri “Il Prestigiatore” si è limitato ad una corsa ma la cosa deve essere ovviamente presa come positiva e che dimostra che lesione muscolare al polpaccio è in via di smaltimento anche se bisogna essere più che cauti e considerarla ad oggi non disponibile per il match. Anche per Laurini si cercherà di fare una sorta di miracolo mentre più probabile che già domani Zambelli possa essere con i compagni. Bellusci è da considerare recuperato visto che ieri ha sostenuto l’intero allenamento.

L’Empoli adotterà anche nella gara di domenica prossima il 4-3-1-2 e la formazione dovrebbe essere molto simile a quella scesa in campo a Pescara che, al netto delle eventuali defezioni, dovrebbe vedere Diousse nel ruolo di regista, affiancato da Krunic e Croce (Buchel nel caso non ce la faccia il numero 11). Anche davanti la gerarchia dovrebbe essere ultimata non lasciando più spazi ai vari esperimenti con Maccarone e Pucciarelli davanti a Saponara. Dovrebbe essere quindi soltanto Pasqual il grande ex in campo dal primo minuto.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUNDER 15 |Empoli – Juventus finisce in parità 1-1
Articolo successivoUNDER 16 | l’Empoli cala il poker: 4 – 1 alla Juventus
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here