Una sfida sempre accessa, una rivalità storica, tanti, troppi conti ancora in sospeso.

Domani, nel’anticipo della sedicesima giornata, al “Castellani” arriva il Brescia. Vediamo le ultime.

 

empolibrescia1112Nel pomeriggio si è svolta la rifinitura degli azzurri, un’allenamento che ha confermato come il modulo di partenza sarà il 4-3-1-2 e che la trazione, come sempre, sarà anteriore.

Un Empoli carico e pieno di motivazioni ha disputato questa ultima sessione di lavoro (la squadra tornerà comunque in campo domattina per una sgambata) nella quale si sono confermati anche i movimenti con cui si dovrà spingere e la grande attenzione con cui si dovrà difendere.

L’Empoli dovrà fare a meno, ancora una volta, di capitan Moro, che cosi come avvenuto nelle ultime uscite verrà rilevato da Signorelli. Il venezuelano si metterà di fianco a Valdifiori e Croce.

Mancherà anche Lorenzo Tonelli, appiedato dal giudice sportivo, ed in questo caso la scelta dovrebbe ricadere al 90% su Barba. Resta un barlume di possibilità anche per Pratali ma crediamo che il fatto di non aver messo in cascina nemmeno un minuto di partita possa far preferire l’ex Grosseto.

L’unico vero ballottaggio lo troviamo nel ruolo di terzino sinistro dove Mario Rui (in campo nelle ultime due gare) ed Hysaj si giocano davvero alla pari quella maglia: molto difficile capire su chi ricadrà la scelta iniziale del mister anche se crediamo che l’albanese possa riprendersi il posto, anche perchè, cosi non fosse, potremmo parlare di un cambio della guardia.

Se volete possiamo dire anche  che sulla trequarti c’è il solito dualismo tra Verdi e Pucciarelli ma le ultime scelte, ovvero quelle di partire con lo scuola Milan e vedere il Puccia a partita in corso, dovrebbero essere quelle che rivedremo anche domani.

In panchina il mister dovrebbe portare: Pelagotti, Mario Rui, Pratali, Camillucci, Castiglia, Ronaldo, Pucciarelli, Shekiladze, Mchedlidze.

Mister Sarri, ormai lo conosciamo, è un umile e come tale vuol dipingere quelle che saranno le insidie che il match potrà portare, sapendo che la squadra dovrà davvero fare un’altra grande prestazione se vorrà fare la terza vittoria consecutiva. Sono i numeri del Brescia – dice Sarri – a parlare per una squadra che ha sicuramente raccolto poco ma che sa giocare e che ha uomini di levatura per cambiare il corso di ogni match.

 

Rifinitura a porte chiude per il Brescia. Mister Bergodi dovrebbe comunque confermare quel 3-5-1-1 anche negli uomini visti col Cesena, tranne logicamente l’inserimento di Arcari tra i pali per l’infortunato Cragno. Fino all’ultimo, resterà il dubbio sull’utilizzo di Caracciolo (probabile una partenza dalla panchina), oppure la riconferma di Paolo Grossi davanti a Sodinha. Provati anche nell’ultimo allenamento, in alternativa, Gigi Scaglia per Budel e Benali per Finazzi, oltre a Saba per Sodinha e Odu davanti.

Niente da fare per Juan Antonio, ancora relegato tra piscina e palestra dall’infiammazione al tendoine rotuleo destro. Solito differenziato per Corvia e Lasik, con lo slovacco che ha corso e svolto esercizi sul campo seguito da Alessio Squassoni.

Anche Bergodi punta il dito sulle grande insidie del match, sottolineando che chi è primo alla 15a non lo è per caso. Non vuole però sentir parlare di un pareggio da firmare a priori, giurando che (vedremo poi) il suo Brescia verrà a giocarsela sfruttando le proprie caratteristiche e non aspettando l’avversario.

 

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:

 

 logo empoli  Brescia_Calcio
 BASSI  ARCARI
 LAURINI  PACI
 RUGANI  DI CESARE
 BARBA  CAMIGLIANO
 HYSAJ  ZAMBELLI
 SIGNORELLI  FINAZZI
 VALDIFIORI  COLETTI
 CROCE  BUDEL
 VERDI  KUKOC
 TAVANO  SODINHA
 MACCARONE  GROSSI

 

 

Alessio Cocchi

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Empoli-Brescia
Articolo successivoTV | Da Brescia parla mister Bergodi
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

7 Commenti

  1. “anche se crediamo che l’albanese possa riprendersi il posto, anche perchè, cosi non fosse, potremmo parlare di un cambio della guardia.”

    ed è qui che vi sbagliate. La forza di una squadra con delle alternative con la A maiuscola su diversi ruoli, dev’essere quella di potersi permettere un avvicendamento continuo e non dettato da gerarchie, tantomeno da discorsi di mercato visto che entrambi sono dell’Empoli (almeno in parte).
    E guardando le ultime prestazioni, dubbi, non ce ne voglia Hisaj, non ce ne sono.
    Ma ripeto la scelta spero venga fatta seguendo un mix di fattori fra cui, le ultime prestazioni il momento di forma, lo stato psico-fisico, le caratteristiche dell’avversario e del campo e anche come si vuol affrontare la partita..

  2. Anonimo hai ragione hanno fatto un errore, magari solo di battitura, ma parecchi pseudo tifosi qui stanno a guardare il pelo nell’uovo uovo invece di ….. andare allo Stadio a tifare Empoli….
    Io quando posso vengo ad Empoli e vado allo Stadio, anche domani ci sarò che vuoi che sia questa tramontana confronto al freddo di Dusseldorf.
    Dai compagni di pianetaempoli, chi viene domani al Castellani ?

  3. Partita difficile, non credo alle parole di Bergodi..verrano al Castellani a giocare una partita maschia giocando in contropiede..un punto per loro sarebbe davvero positivo…invece per noi che ci ritroviamo a giocare il miglior calcio della categoria dobbiamo scendere in campo sempre per provare a prendere i 3 punti!!

  4. Sarà una battaglia,come tutte le partite.Loro sono una squadra veramente forte con giocatori che hanno fatto tanta serie A e con giovani promesse niente male.E’ vero che stanno in crisi ma si sa che quando affronti la squadra più forte del torneo nonchè capolista non hai nulla da perdere e dai molto più di quello fatto nelle ultime gare.
    Ci vorrà il solito Empoli paziente,umile,che diverte e fa divertire per vincere questa partita.Credo che dopo 13 anni sia arrivata l’ora di tornare a vincere in casa contro il Brescia…AVANTI AZZURRO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here