Due punti in otto partite, frutto dei miseri pareggi interni contro il Grosseto (una settimana prima di Natale, ndr) e contro il Crotone della scorsa settimana. Due punti sui ventiquattro a disposizione nelle sole ultime otto partite. Due pareggi e sei sconfitte: 0-1 a Vicenza, 1-2 Cittadella, 1-3 a Castellammare di Stabia, 0-2 Pescara, 0-2 Brescia e 2-3 Reggio Calabria. Sedici gol subiti contro i sette gol fatti, una squadra che prende gol quasi sempre nei primi minuti di ogni tempo, come oggi a Reggio Calabria, con regali generosi agli avversari; un errore di Pelagotti (un portiere a mano aperta va per prendere il pallone e non per respingere, e innanzitutto il pallone per respingere si colpisce con i pugni e si cerca di deviare a lato, non in mezzo all’area di rigore…) che, complice una difesa immobile, regala il vantaggio; poi Regini che si fa “pivellare” dal coetaneo Ragusa per il rigore dello 0-2, quindi il macroscopico imperdonabile errore di Ficagna che regala lo 0-3.

 

Stovini da buon capitano qualche settimana fa, all’indomani dell’imperdonabile gesto di non presentarsi alla Festa dei bambini per la Befana da parte della squadra azzurra, chiese scusa a tutti e promise di ripagare i tifosi dell’Empoli con i risultati sul campo. Sono seguite quattro sconfitte, un solo pareggio e prestazioni “orribilantis”. Beh, mettiamola così, diciamo che la promessa è ancora in piedi, così come la speranza dei tifosi azzurri di tornare a vincere, sorridere, ed evitare una retrocessione in LegaPro che definire catastrofica, sportivamente parlando ovviamente, sembrerebbe proprio opportuno.

 

Eppure, nonostante queste prestazioni orribilantis, c’è ancora qualcuno che si ostina a negare l’evidenza; che, come oggi, a precise domande di qualche collega giornalista pensa di oscurarsi dietro ad un dito. Com’è possibile non riconoscere che la nostra squadra è priva di un suo gioco, di una sua quadratura? Così come ci sovviene chiederci come sia possibile continuare ad insistere nel dire, come oggi, che se nel primo tempo l’Empoli non ha fatto un tiro in porta quello non lo ha fatto nemmeno la Reggina… come? scherziamo?

 

La Reggina ha tirato in porta dopo otto minuti (perchè quella non era una mischia, sia chiaro, ma un’azione ben definita costruita dalla squadra di mister Gregucci, ndr) e ha fatto gol, poi ha legittimato il successo bissando su rigore e triplicando grazie ad un regalo di Ficagna. Il primo tiro in porta dell’Empoli è arrivato al minuto 74, e, come la Reggina, anche l’Empoli ha fatto gol al suo primo tiro in porta. Peccato però che il primo tiro in porta dell’Empoli sia arrivato sullo 0-3 e con la Reggina chiaramente mentalmente ormai con la testa negli spogliatoi.

 

In un momento come questo, difficile, tremendamente difficile, qualcuno dovrebbe avere il coraggio di esporsi e pubblicamente ammettere gli errori compiuti: sia in sede di mercato estivo, sia nelle valutazioni oggettive della squadra, delle scelte degli allenatori, e nelle scelte di mercato invernale. Invece, nonostante una classifica che a guardarla se ne va il sonno tranquillo, nonostante prestazioni, appunto, orribilantis, si continua con la solita imperseverante mancanza di umiltà, senza avere il coraggio di guardare in faccia la realtà, negando l’evidenza dei fatti, fino quasi a voler negare le scempiose prestazioni della squadra, e attirando sempre più antipatia dei tifosi, già arrabbiati per il rendimento sul campo.

 

Nonostante tutto questo, nonostante una stagione disastrosa sotto tutti i punti di vista, ma forse i risultati di questo campionato sono figli di errori fatti molto tempo fa, siamo sempre in corsa, grazie soprattutto ad una mediocrità generale del campionato, dove sono molte le squadre in difficoltà. E’ vero, c’è ancora tempo per rimediare, ma servono ben altri atteggiamenti, mentalità e prestazioni. E poi, non dimentichiamolo, ci sono tante squadre (vedi Modena, ndr) che devono recuperare molte partite quindi ad oggi è anche difficile inquadrare del tutto la situazione.

 

Gabriele Guastella

36 Commenti

  1. SANTE PAROLE!
    ANDAVA SFOLTITA LA ROSA DEGLI ELEMENTI INUTILIZZABILI E ANDAVANO PRESI ALMENO DUE CENTROCAMPISITI DI SPIACCATA PERSONALITA’.
    PERCHE’ SE IL CROTONE PUò PERMETTERSI LOVISO E CALIL, IL VICENZA PINARDI, NON VEDO PERCHè NOI DOBBIAMO STARE CON MORO E COPPOLA.

    CAVASIN?????????? SOMMA????????????? CAMPILONGO??????????????
    GIAMPAOLO? BERETTA?????? NOVELLINO????????

  2. Firmo e controfirmo ogni singola parola dell’articolo.
    Le interviste del Marinai le ho viste anch’io. E francamente mette su tutte le furie sentire che la Reggina ha fatto gol su mischia e che nel primo tempo abbiamo giocato bene.
    Sam hai ragione; eppure io mi accontenterei di vedere una squadra che entra con una mentalità vincente in campo. Poi succeda quel che succeda.

  3. Di due aretini un si fa un allenatore decente, mandiamolo a casa. Ma cacchio possibile che in società nessuno si accorga di nulla? Propongo una bella fornitura di occhiali!

  4. Invece no..!!!

    Perché ora in questo momento siamo senza un’allenatore…
    Se lo mandiamo a casa il sig. GUIDO CARBONI e prendiamo un allenatore con i controcoglioni ci puo essere qualche speranza, se non fosse così, devo dare ragione a te riccardo….!!!!

  5. come detto da qualcun altro in altri articoli
    se queste signorine non si svegliano e’ possibile
    che quest’anno si assista a qualche spiacevole
    episodio….
    personalmente non ci sarebbe da scandalizzarsi
    piu’ di tanto visto che questi ci prendono
    in giro ogni sabato…
    la pazienza dei tifosi e’ finita e quindi
    tutto puo’ succedere…
    cominciate a correre…e di brutto…
    mezzi uomini salvati..mezzi uomini avvisati…

    • Vorrei far notare alcune cose:I due goals dell’Empoli,sono bellissimi e difficilissimi da fare….ne la difesa della Reggina ha colpe,ne il suo portiere…veramente 2 prodezze!Invece noi come sempre regaliamo….1° goal,solita cazzata(mi dispiace Pianeta andare fuori dalle righe,non l’ho mai fatto,ma veramente non ce la faccio piu’davvero…..come ho detto prima della partita non sono piu’ difendibili ne calciatori ,ne allenatore,ne societa’)di Pelagotti,ma ormai è un abitudine…e non solo…la difesa ha fatto ritirare in porta il solito giocatore per ben due volte ,senza che nessuno gli andasse incontro e son sicuro che se non avesse fatto goal,lo avrebbero fatto tirare in porta anche per 10 minuti di fila….2° goal…non sto a discutere il rigore …c’era e ci sta di commetterlo durante una partita,ma ritengo che Pelagotti ne abbia combinata una ancora piu’ grossa del primo goal….prima fa finta di andare a sinistra,il rigorista abbocca…perchè invece poi va a destra dove in effetti il rigorista tira…ma lui non para un rigore che a quel punto battuto così centrale avrei parato anch’io che in porta non ho mai giocato…riguardate bene il tiro e le finte di Pelagotti e quanto gli passa vicino il pallone senza nemmeno che cerchi di prenderlo….3° goal…non merita nemmeno commento!Cose positive?L’allenatore….un allenatore che è un grande…perchè?Come potreste definire un allenatore che non da un gioco alla squadra,che non fa entrare con la giusta determinazione la squadra in campo,che non mette in tribuna Pelagotti,Vinci fino alla fine della stagione,che fa 2 miseri punti in non so piu’ quante partite(non le voglio piu’ contare),che parla di un Empoli vivo nell’ultima parte di partita con il Crotone,ma che poi non schiera quella formazione pur propendendo per lo stesso modulo….e a voi non sembra un grande?Se fosse stato da qualsiasi altra parte sarebbe stato mandato via da un bel pezzo……perchè dò la colpa all’allenatore?Perchè la squadra quando vuole gioca e se non lo fa dipende solo da chi li guida….Ma in primis la colpa è della societa’ che non ha preso i giusti provvedimenti,ne contro l’allenatore,ne contro i giocatori e che non ascolta la tifoseria e il suo malumore.Un ringraziamento a Ciccio,che tornato dall’infortunio,anche se non giocando bene ha dimostrato che la sua presenza è BASILARE E CHE LA CLASSE NON E’ ACQUA.GRANDE CICCIO!Mi aspetto domani un cambio di allenatore e se sara’ l’ennesimo poco male se Corsi tiene ancora a questa squadra deve farlo e anche alla svelta perchè di partite ne mancano ancora tante e la classifica non è cambiata poi tanto!Però deve prendere un uomo con i cosidetti…uno che faccia capire che se non ci si comporta da squadra,chiunque possa accomodarsi non in panchina o in tribuna,ma alla televisione a vederle in poltrona le partite!

      • Aggiungo….l’unico sostituto che puo’ giocare al posto di Coralli è il Georgiano…non certo Maccarone,che ribadisco puo’ rendere molto di piu’ nel suo ruolo da esterno…anche se come vi ho detto sognatevi il numero di goals che avrebbe potuto fare un Coralli in forma!

  6. Per la redazione: è opportuno utilizzare solo parole che si conoscono. Orribilante (o “orribilantis” come avete scritto voi) in italiano non esiste. Il termine che volevate usare non deriva da orribile, infatti in italiano si dice ORRIPILANTE. Con la P.

  7. non è per difendere pillon però lui è stato mandato via alla prima e invece questo carboni non cè i verso di levarselo dai coglioni!! 2 punti in 8 otto partite ma che stiamo aspettando!!!! SIAMO A FEBBRAIOOO!!

  8. Come sempre Daniele ha spiegato benissimo il problema.
    Un plauso a Guastella ed alla sua “indipendenza” di giudizio.
    La mia sensazione personalissima, purtroppo, è che quest’anno non ci sia niente da fare:
    si può correggere un errore, forse due, ma non decine (preparazione, mercato, mancata presentazione, befana azzurra, mercato di riparazione, scelta degli allenatori, gestione del gruppo, etc…) come quelli di questa stagione.
    In più non credo che Corsi voglia “spendere” x un altro allenatore, con ciò dimostrando fra l’altro quanto siano state errate le scelte precedenti.
    Spero, ovviamente, di sbagliarmi… il che potrebbe anche darsi visto il minimo di “scienza” che contraddistingue i miei interventi…
    :-0

    • Bè USUA riprendere Pillon e fare ammenda mi sembra il minimo…se la societa’non puo’ piu’ spendere o teme di rendersi ridicola(ammettendo i suoi continui sbagli) con l’arrivo di un allenatore coi COGL.ONI,non c’è rimasto altro da fare.Torniamo al 4-4-2 dove nonostante tutto chi si diceva fuori ruolo forse rendeva piu’ di adesso che gioca nel suo naturale….spostiamo Regini piu’avanti sulla fascia sinistra dove son SICURISSIMO RENDEREBBE AL MEGLIO),tanto a destra c’è Buscè e credo grossi problemi non ci siano,ma soprattutto riprendiamo l’allenatore che tra quelli schierati quest’anno è stato quello che almeno un’organizzazione di gioco ce la aveva data e poi via fino in fondo e quel che sara’ sara’!

  9. Veramente inspiegabile il movimento di Pelagotti sul rigore, la palla gli passa vicinissima, bastava allungare un braccio..
    Ficagna, errore da amatori, era in vantaggio sull’avversario
    il primo goal, difesa immobile e irritante.
    Atteggiamento mentale di questi pseudo giocatori degno, a mio avviso, di provvedimenti seri e duri da parte della societa’ che altrimenti si rende complice di una simile vergogna!
    In 35 anni di Empoli, mai vista una mancanza di grinta e di attaccamento alla maglia simile.
    E pensare quanto, tanti di loro, devono a Empoli, riconoscenza zero!!!

  10. Solo una cosa. Tutte le critiche di questo mondo. Giustissime. Ma il paradosso di questa storia è che la classifica, nonostante le ultime figurucce, è ancora tale da poter salvare la categoria. Questo anche grazie alle nostre colleghe di reparto che non se la passano meglio di noi. Bisogna solo decidere se tapparsi naso, occhi e bocca e tentare questa strana e subdola avventura.

    • La classifica non e’reale: tutte hanno da recuperare partite (l’Ascoli 2, il Modena 3 !!!). Anche l’ EMPOLI ha da recuperare 1 partita (a Genova con la Samp) ma nuturalmente portera’ 0 punti in classifica…

    • Io credo che piu che mandarli in ritiro si dovrebbero mandare in vacanza!! Campionato finito per tutti, tranne chi davvero sta dimostrando qualcosa..ben pochi a dire il vero!! Fuori tutti e senza stipendio e dentro la primavera!

  11. x giusva: ma che fai li difendi anche??
    se qualcuno gli facesse qualcosa sarei il
    primo ad esserne contento…
    e se capiti in maratona ti accorgerai che
    a molti pizzicano le mani…
    a volte al sud le squadre corrono di
    piu’ e danno l’anima in campo….
    e inoltre non escono quasi mai di casa…
    chi vuol capire capisca…

  12. e ora vediamo …aglio li dovrebbe conoscere meglio..e la lezione capita, o ti dai una smossa o schianti..in più ha un maccarone,un gallozzi, e un so cosa zio edoardo o icche ?
    ha una seconda possibilità o sai sfruttarla o cambi mestiere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here