PEnsieri Azzurri | Alla fine di un anno fantastico

PEnsieri Azzurri | Alla fine di un anno fantastico

Sul momento degli azzurri ormai abbiamo detto praticamente tutto, ed i PEnsieri non possono che essere positivi anche se come ripete sempre mister Giampaolo, stiamo commentando un risultato parziale. Ma il cammino attuale sta regalando gioie inaspettate ed è sicuramente questo fattore a rendere anc

Commenta per primo!

empoli-carpi (20)Sul momento degli azzurri ormai abbiamo detto praticamente tutto, ed i PEnsieri non possono che essere positivi anche se come ripete sempre mister Giampaolo, stiamo commentando un risultato parziale. Ma il cammino attuale sta regalando gioie inaspettate ed è sicuramente questo fattore a rendere ancor più magico il tutto dopo un’estate certamente non semplice e non fatta di discorsi particolarmente positivi. Provando però a scorrere la memoria verso il passato questa è quasi una consuetudine, le stagioni migliori soprattutto nel massimo campionato sono arrivate dopo estati che non regalavano presupposti particolarmente allettanti. E questo momento, vuoi anche per il significativo periodo dell’anno in cui siamo, ce lo vogliamo godere al massimo anche alla vigilia di una partita, come quella di domani, difficile ed insidiosa.   Torna dopo diversi anni il confronto con il Bologna, ed in questo momento è sicuramente uno degli incontri più spendibili per l’intero campionato italiano. Due squadre che stanno bene sia fisicamente che mentalmente, due squadre che arrivano da risultati molto importanti, due squadre che giocano un gran bel calcio anche se per la formazione di casa va detto che questo avviene da quando c’è stato l’avvicendamento in panchina. A Bologna gli azzurri cercheranno di mettere il record nel record, provando ad incrementare ancora il bottino in classifica che già al momento lo vede come il migliore di sempre in serie A, ma tentando perché no anche di trovare quella quarta vittoria consecutiva mai arrivata nel massimo campionato calcistico nazionale. Non sarà assolutamente facile, lo abbiamo detto, i felsinei anche grazie alla spinta di un pubblico che si preannuncia numeroso, vorranno rovinare la festa azzurra e chiudere l’anno al meglio, un anno che per l’Empoli calcistica resterà impresso nella storia. Infatti la gara di domani, anticipo della diciassettesima giornata, sarà l’ultima di questo 2015 che come detto ha regalato gioie immense per i nostri colori trovando il suo apice nella matematica salvezza del passato campionato a maggio dopo la vittoria per 1-0 a Torino. Un anno in cui l’Empoli, il piccolo Empoli, ha messo a tacere tutti, dimostrando di poter stare alla grande in questa serie A, dimostrandolo col gioco, dimostrandolo con una solidità societaria non indifferente e dimostrandolo al cospetto anche delle partenze estive che avevano rimesso gli azzurri nelle ultime posizioni delle varie classifiche virtuali che si fanno ad inizio stagione sportiva.   Un anno vissuto tutto d’un fiato, un anno in cui c’è stato l’importante avvicendamento in panchina vissuto con tutte le emozioni del caso, un anno in cui abbiamo e stiamo vedendo la crescita esponenziale di tanti giocatori, alcuni dei quali cresciuti nel vivaio azzurro. Il 2015 è l’anno con la A maiuscola perchè è l’anno interno vissuto in questa categoria che, persa nel 2008, in tanti pensavano si facesse non poca fatica a rivedere. Adesso va chiuso al meglio. Sia chiaro e lo diciamo fin da adesso, non sarà un eventuale risultato negativo a scalfire tutti i discorsi fatti fin qui, e per l’anno solare e per la stagione in corso, sarebbe però bello suggellare nella gara sicuramente più difficile che il calendario al momento ci potesse dare, questa annata costellata unicamente di grandi soddisfazioni. L’anno poi si chiuderà e si entrerà nella seconda parte di stagione, con ancora due gare (aspetto da non dimenticare) del girone di andata da giocare. Si entrerà in gennaio, si riaccenderà la musica di “radiomercato” e ci proietteremo verso il futuro e verso il sogno che stiamo coltivando dalla passata salvezza. Chiudiamo dicendo che sarebbe bello, vista anche la breve distanza che lega le due città, vedere un esodo di quelli dei tempi che furono, al cospetto di freddo e forse nebbia. Questo gruppo fantastico se lo meriterebbe come se lo meritarono gli eroi degli anni ’90, sarebbe il più bel regalo di Natale che i cuori azzurri potrebbero fare ai loro campioni.   ORA E SEMPRE … FORZA EMPOLI   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy