Acori si autocandida per la panchina azzurra

Acori si autocandida per la panchina azzurra

Leonardo Acori, interpellato da Tuttomercatoweb.com, fa il punto sul suo futuro. “Aspetto l’occasione giusta, purtroppo di recente le esperienze a Livorno e a Benevento non sono andate come speravo. A Cremona ho fatto un vero e proprio miracolo, vista la salvezza della squadra con cinque giocatori c

Commenta per primo!

Leonardo Acori, interpellato da Tuttomercatoweb.com, fa il punto sul suo futuro. “Aspetto l’occasione giusta, purtroppo di recente le esperienze a Livorno e a Benevento non sono andate come speravo. A Cremona ho fatto un vero e proprio miracolo, vista la salvezza della squadra con cinque giocatori che pare vendessero le partite. L’Empoli? Può essere una soluzione, mi piace molto lavorare coi giovani e quella è la filosofia del club. Però per i baby devono essere abbinati agli ‘anziani’ e forse ad Empoli ora sta mancando. Tornerei magari sul mercato, cercando qualche svincolato d’esperienza, come Simone Barone che ho voluto con me alla Cremonese. E’ un ottimo giocatore, una persona che ama il suo lavoro: un maestro di vita. Può trasmettere la sua passione ai giovani, come ha fatto a Livorno la scorsa stagione dove ce n’erano tanti. Farina senza squadra? Mi aspettavo un’occasione, ma non so se stia pagando per quel che è successo, per quella vergogna che ha travolto il calcio”.   Nota di PE: Al di la del fatto che oggi parlando con il Direttore Sportivo azzurro Carli, non sembra a rischio la posizione di Sarri che gode della fiducia societaria, il nome di Acori non sembra nemmeno essere tra quelli che eventualmente la società avrebbe sondaggiato. Resta il fatto che l’augurio sia quello di non dover, domani sera, parlare di toto-allenatore ma soltanto di Empoli-Brescia in senso positivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy