Davide Bassi a PE: ” Sabato con il Padova sarà una partita molto insidiosa”.

Davide Bassi a PE: ” Sabato con il Padova sarà una partita molto insidiosa”.

Al termine dell’allenamento odierno abbiamo contattato Davide Bassi portiere azzurro, che anche sabato scorso ha dato il suo importante contributo ,con due parate di rilievo, nella vittoria degli azzurri sul campo del Carpi. Davide, in scandenza nel 2014, dovrebbe essere prossimo al rinnovo con la s

Commenta per primo!

Al termine dell’allenamento odierno abbiamo contattato Davide Bassi portiere azzurro, che anche sabato scorso ha dato il suo importante contributo ,con due parate di rilievo, nella vittoria degli azzurri sul campo del Carpi. Davide, in scandenza nel 2014, dovrebbe essere prossimo al rinnovo con la società azzurra.   Ciao Davide, buona sera. In estate sei rimasto in azzurro nonostante il tuo nome fosse stato accostato a club di serie A. Sei comunque felice di giocare un altra stagione con la maglia dell’Empoli? bassi (foto sharing)Sono rimasto qui a Empoli con grande piacere, per continuare a far parte di questo gruppo di amici in campo e fuori, con il quale ho vissuto la fantastica stagione dello scorso anno. Riguardo alle voci non c’è mai stato niente di concreto.”   Il tuo contratto è in scadenza nel 2014, state pensando ad un rinnovo?Il rinnovo non è una cosa automatica, ad ogni modo tutto lascia presupporre che questo contratto si possa prolungare per un altro anno. Al momento opportuno ci siederemo ad un tavolo per mettere nero su bianco.   Parliamo di calcio giocato, l’inizio del campionato è stato ottimo; 10 punti in 4 partite contrariamente allo scorso anno nel quale gli azzurri fecero solo 4 punti in 9 partite. che cosa è cambiato? Noi in estate abbiamo cambiato poco, sono solo due i ragazzi nuovi. Questo è un vantaggio perchè ci conosciamo tra noi, e sappiamo cosa vuole il mister. Abbiamo un vantaggio su tutte quelle squadre che invece hanno cambiato, e devono assemblarsi e trovare equilibri. Dobbiamo cercare di approfittare al meglio e mettere più fieno in cascina possibile, perchè queste squadre quando si saranno assestate viaggeranno a grandi ritmi come accaduto a noi lo scorso anno.”   Sabato è arrivata una bella vittoria sul campo del Carpi, al quale non avete concesso niente per almeno un ora…Forse non siamo stati brillantissimi, ma di sicuro siamo stati efficaci. Avevamo un avversario pronto a sporcare la nostra manovra e questo ci ha dato fastidio. Abbiamo segnato due gol su palle inattive, poi abbiamo subito il loro ritorno e abbiamo sofferto un pò d’altra parte non siamo il Barcellona e non possiamo gestire la partita per 90′. L’unico difetto che abbiamo è che in certi momenti non riusciamo a chiudere le partite e poi soffriamo.”   E’ arrivato il primo posto in solitudine ma noi non ci pensiamo….Esatto. Noi facciamo sempre il paragone del maratoneta che al 4 chilometro esulta perchè è in testa. Il nostro obiettivo e’ raggiungere la salvezza quanto prima, i 50-51 punti poi come abbiamo fatto lo scorso anno alziamo l’asticella. Prima di quella soglia sarà pero’ vietato, e non lo diciamo per ipocrisia, fare altri pensieri….il concetto però credo sia ormai più che chiaro.   E sabato arriva il Padova, una squadra dai grandi nomi ma che si trova ancora a 0 punti: sarà una partita che nasconderà molte insidie…E’ una partita molto insidiosa, loro sono in fondo alla graduatoria, ma il loro valore non è quello, e’ una squadra che vale molto di più, e l’Empoli lo scorso anno ha insegnato. Il rischio è quello di sottovalutarli, questa è una cosa che dobbiamo assolutamente non fare.”   Stefano Scarpetti    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy