Boniperti (ri)torna a Torino

Boniperti (ri)torna a Torino

Il “matrimonio”, seppur in prestito, tra Boniperti Jr. e l’Empoli non era certo iniziato sotto la migliore delle stelle.   Prelevato con un acciacco, il giocatore, che da una prima istanza sembrava dovesse ritardare solo di 15gg il suo arrivo ad Empoli rispetto l’inizio dei lavori, è arr

Commenta per primo!

Il “matrimonio”, seppur in prestito, tra Boniperti Jr. e l’Empoli non era certo iniziato sotto la migliore delle stelle.   Prelevato con un acciacco, il giocatore, che da una prima istanza sembrava dovesse ritardare solo di 15gg il suo arrivo ad Empoli rispetto l’inizio dei lavori, è arrivato, come noto, dopo oltre due mesi. Questo perchè la sua società di appartenenza, la Juventus, ha preferito farlo restare a Vinovo (quartier generale bianconero) per fargli svolgere tutto il percorso riabilitativo. Al termine di questo si è presentato ad Empoli ri-cominciando il lavoro che mister Sarri aveva iniziato, appunto, due mesi prima. Il giocatore non era al top ma dopo tre settimane di lavoro stava iniziando a trovare la forma e la sinergia con il resto della squadra, tanto che si stava quasi per poterlo inserire in formazione. Adesso però, complice un infiammazione al ginocchio il giocatore si è rifermato ed automaticamente, la Juve, lo ha richiamato a Torino per i controlli del caso e l’eventuale secondo (dovrebbe essere ovviamente più breve) percorso di recupero.   Di fatto l’Empoli si trova nuovamente senza il giocatore che ancora non ha disputato nemmeno un minuto in maglia azzurra. Certo, in questo caso non c’è premeditazione, ci mancherebbe, ma se da una parte l’augurio è che possa star finalmente bene e che ci possa anche far vedere di cosa è capace, dall’altra si rischia che il nipote del grande Giampiero resti un oggetto misterioso, portato via da Empoli al minimo scricchiolio fisico.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy