Brenda Barnini: «Il project financing deve configurarsi di chiaro interesse pubblico»

Brenda Barnini: «Il project financing deve configurarsi di chiaro interesse pubblico»

Impossibile non valutare anche l’ipotesi Viaccia-Empoli Est; posizione del sindaco ‘coriacea’ anche per raggiungere obiettivo impianto di atletica; il project financing deve configurarsi come di chiaro interesse pubblico. Questi i tre punti principali dell’intervento del sindaco Brenda  Ba

Commenta per primo!

Impossibile non valutare anche l’ipotesi Viaccia-Empoli Est; posizione del sindaco ‘coriacea’ anche per raggiungere obiettivo impianto di atletica; il project financing deve configurarsi come di chiaro interesse pubblico.

Questi i tre punti principali dell’intervento del sindaco Brenda  Barnini ieri sera, mercoledì 27 gennaio, in consiglio comunale, sulla questione stadio, su cui ha presentato un’interrogazione in consiglio comunale il gruppo Ora Si Cambia.

Il primo cittadino ha ricordato che la questione sarà oggetto anche di un appuntamento in commissione Affari Generali, una seduta allargata ad altre commissioni, alla presenza dell’amministratore delegato Francesco Ghelfi e della stessa Brenda Barnini.

.

2612031-brendabarnini«Occorre sottolineare – ha spiegato il sindaco – come tutti i passaggi finora approntati con l’Empoli FC siano stati fatti a livello informale, dalla presentazione degli studi di fattibilità, presentati lo scorso 18 dicembre, sulle due ipotesi di stadio e sulla indispensabile nuova pista di atletica. Come informale è al momento l’accordo di cui abbiamo notizia lo scorso venerdì, alla vigilia della gara col Milan.

Questa città ha nella sua conformazione urbanistica attuale una zona, quella della Viaccia, dove il regolamento, votato e approvato proprio in questa aula, prevede un terreno per costruire un’area sportiva. Vorrei far notare che se il sindaco non avesse chiesto alla società di calcio di approfondire anche la possibilità di stadio alla Viaccia proprio da questo consiglio comunale sarebbero dovuti arrivare quesiti e richieste di chiarimento. Aggiungo anche che in questo percorso informale se la posizione del sindaco non fosse stata sufficientemente coriacea, tanto da essere scambiata come ostile, probabilmente non saremmo riusciti nell’opera di convincimento del club di farsi carico del nuovo impianto di atletica. E invece così facendo abbiamo pensato a Empoli, ma anche all’Empoli.

Alla luce degli studi di fattibilità sulla sostenibilità economica dell’opera alla Viaccia è emerso come l’impegno in quell’area sarebbe stato non compatibile con le risorse del club, dobbiamo quindi provare a prendere una seconda strada.

L’Empoli FC può dare avvio alla procedura amministrativa solo quando la proposta da informale passerà a essere ufficiale, vale a dire con una ‘proposta di progetto di finanza’.

Da un nostro approfondimento normativo sulla legge degli stadi e su quella degli appalti pubblici emerge come, nel momento in cui l’intervento riguarda un bene pubblico, non è assolutamente aggirabile un procedimento di variante urbanistica.

Inoltre l’operazione, come avvenuto in altre città e con esperienze simili, vedi Udine, deve configurasi come opera di ‘chiaro interesse pubblico’,  condizione preordinata dalla legge.

Dopo la presentazione della proposta partirà il processo di condivisione che coinvolgerà anche il consiglio comunale»

.

fonte: comune di Empoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy