Brugman via ma non a zero

Brugman via ma non a zero

Brugman se ne n’è andato e non ritorna più….cosi come una celebre canzone con la sostituzione del nome si potrebbe chiudere definitivamente il discorso legato al giovane uruguaiano che ieri,ha definito la sua posizione con il club abruzzese ed ha già sostenuto il primo allenamento. Ma c’

Commenta per primo!

Brugman se ne n’è andato e non ritorna più….cosi come una celebre canzone con la sostituzione del nome si potrebbe chiudere definitivamente il discorso legato al giovane uruguaiano che ieri,ha definito la sua posizione con il club abruzzese ed ha già sostenuto il primo allenamento. Ma c’è, a tutto quello detto e scritto, da aggiungere una cosa, di non poco conto: Il giocatore non va via propriamente a zero.   Spieghiamo meglio questa cosa che si è delineata nella tarda serata di ieri e che stamani trova la conferma: Il Ds azzurro, Marcello Carli, ha trovato, grazie all’apertura del collega pescarese, Delli Carri e con l’avvallo dell’entourage del giocatore, una soluzione che permetterà all’Empoli di avere una sorta di premio valorizzazione sul calciatore. Nel dettaglio, anche se rimane top secret la percentuale specifica, il club azzurro avrà appunto una percentuale di guadagno sulla vendita che il Pescara farà in futuro di Brugman. Un Empoli che rimane dunque parte interessata nell’avvenire del giocatore perché se questo, come si spera, farà bene, ed il Pescara monetizzerà al meglio la sua cessione tra tot anni, l’Empoli avrà un ricavo riproporzionato sulla percentuale ieri stabilita.   Carli avava già spiegato ai nostri microfoni, in maniera più che esaustiva, il perché l’Empoli non sarebbe andato con Brugman, suscitando come auspicabile le più disparata reazioni, tra cui su tutte, quelle del disappunto su una perdita a parametro zero di un possibile gioiello. Invece con un bel colpo di coda, il nostro Ds è riuscito a far si che questo non accadesse, tutelando per il meglio gli interessi del club di Monteboro. Una situazione che, ha detta proprio di Carli, sarà la migliore per le parti, in primis per il giocatore che ad Empoli sarebbe stato chiuso ma che a Pescara, oltre a trovare la serie A, potrebbe trovare anche una situazione più congeniale del punto di vista tattico e di valorizzazione.   Gli auguri fatti a Gaston, sinceri e sentiti, adesso assumono un valore ancora maggiore.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy