Bufera a Grosseto: quattro giocatori fuori rosa…

Bufera a Grosseto: quattro giocatori fuori rosa…

Non c’è pace per il Grosseto dell’ex tecnico azzurro Mario Somma. I toscani sprecano l’ennesima occasione, 1-1 in casa contro la Ternana, ed in settimana dovranno ricompattare l’ambiente dopo i provvedimenti disciplinari decisi dal presidente Camilli, che ha messo fuori rosa Crimi, Curiale, Formico

Piero Camilli presidente del GrossetoNon c’è pace per il Grosseto dell’ex tecnico azzurro Mario Somma. I toscani sprecano l’ennesima occasione, 1-1 in casa contro la Ternana, ed in settimana dovranno ricompattare l’ambiente dopo i provvedimenti disciplinari decisi dal presidente Camilli, che ha messo fuori rosa Crimi, Curiale, Formiconi e Asante, coinvolti in un incidente stradale avvenuto alle 5.30 di ieri mattina alle porte di Grosseto. I quattro esclusi dalle convocazioni, che alle 9.30 avrebbero dovuto svolgere un allenamento, hanno tamponato un mezzo pesante, con tanto di ritiro di patente per il nazionale Under 21 Marco Crimi, positivo all’alcol-test.

 

Piero Camilli, presidente del Grosseto, si è letteralmente infuriato alle prime luci dell’alba quando ha ricevuto la notizia che quattro giocatori della sua squadra sono rimasti coinvolti in un incidente stradale a Roselle, alle porte del capoluogo maremmano, per fortuna senza conseguenze. Già da qualche settimana mister Mario Somma si lamentava per lo scarso impegno dei suoi giocatori (da cui esclusioni eccellenti nelle scorse partite), quando Camilli ha saputo che al conducente del mezzo è stata anche ritirata la patente per via di un tasso alcolemico particolarmente alto, è andato in escandescenze. Questo il comunicato da lui scritto in mattinata:

“Questa mattina alle ore 5:30 i seguenti calciatori dell’U.S. Grosseto Asante Yaw, Crimi Marco, Curiale Davis, Formiconi Giovanni sono stati protagonisti di un incidente stradale in Località Roselle. La Polizia, intervenuta sul posto, ha ritirato la patente ad uno di loro per tasso alcolico (!) non nella norma. La Società U.S. Grosseto, ed il Presidente in prima persona, esprimono il proprio rammarico e lo sconcerto per il comportamento di siffatti atleti (?), che si definiscono “professionisti” solo quando debbono incassare lauti compensi (nell’ordine di 5/6 volte quelli di un normale lavoratore). Ciò dimostra quanto sostenuto dal Presidente e dall’Allenatore Somma, che i risultati negativi che hanno frustrato le ambizioni della Società negli ultimi due anni sono dovuti a comportamenti non consoni da parte di diversi atleti. Questa ne è la prova lampante!! (continua…)”

Fonte: calcioblog.it 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy