Un buon Levan contro i campioni del mondo e d’europa

Un buon Levan contro i campioni del mondo e d’europa

Ieri sera, nel programma della seconda giornata delle qualificazioni ai mondiali “Brasile 2014” era in programma Georgia-Spagna.   Nelle fila dei georgiani era presente il nostro Levan Mchedlidze, partito titolare come ormai capita da diversi incontri. Un match importante e suggestivo che

Commenta per primo!

Ieri sera, nel programma della seconda giornata delle qualificazioni ai mondiali “Brasile 2014” era in programma Georgia-Spagna.   Nelle fila dei georgiani era presente il nostro Levan Mchedlidze, partito titolare come ormai capita da diversi incontri. Un match importante e suggestivo che ha chiamato a raccolta un intera nazione riempiendo in ogni ordine di posto lo stadio di Tiblisi. E la squadra dell’ex Unione Sovietica per poco non riesce anche a strappare un’impresa portando a casa un pari che sfugge soltanto a quattro dalla fine quando Soldano gela lo stadio georgiano.   Dicevamo che il nostro Levan è partito titolare ed ha giocato buona parte della gara, sostituito poi al 34° del secondo tempo da Sirbiladze. La Georgia, allenata da Ketsbaia è scesa in campo con il solito modulo 4-2-3-1 e Levan è stato messo a fare l’ultimo degli attaccanti, una posizione certo che rende molto difficile la possibilità di andare in gol anche perchè a lui viene chiesto di giocare “sporco” facendo molto movimento e facendo da sponda per i tre dietro che si inseriscono. Da qui raccontiamo di una prova che praticamente non ha mai visto Levan a tu per tu con Casillas ma che però ha fatto andare molto vicino al gol i compagni, soprattutto quando nei primi minuti della ripersa mette in moto Targamadze che si trova davanti al portiere spagnolo che gli chiude lo specchio. Un po’ come spesso capita, le prove generose degli attaccanti non vengono mai valorizzate, se appunto non ci sono gol o almeno occasioni importanti, e cosi, leggendo alcuni giornali si nota che Levan difficilmente riesce, nelle pagelle, a prendere la sufficienza piena. Restano però le parole del tecnico georgiano che invece, ancora una volta, amplifica la prestazione di Mchedlidze definendolo fondamentale.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy