Cinque Daspo per i disordini di Pistoiese-Empoli di quest’estate

Cinque Daspo per i disordini di Pistoiese-Empoli di quest’estate

A distanza di cinque mesi dalla partita amichevole disputata in estate tra Pistoiese ed Empoli, sono arrivate le pene nei confronti di alcuni supporters di entrambe le tifoserie. È di cinque il numero delle persone daspate, di cui due sono tifosi dell’Empoli: per loro è scattato il Daspo, che non

Commenta per primo!

A distanza di cinque mesi dalla partita amichevole disputata in estate tra Pistoiese ed Empoli, sono arrivate le pene nei confronti di alcuni supporters di entrambe le tifoserie. È di cinque il numero delle persone daspate, di cui due sono tifosi dell’Empoli: per loro è scattato il Daspo, che non gli permetterà di assistere alle partite prima di uno o tre anni.

 

A riportarlo è il Tirreno, che scrive anche le dichiarazioni del vice-questore Larotonda: “Tutto è partito da provocazioni, sfottò che sono degenerati. Come avviene spesso in questi casi”, si trattava di un’amichevole estiva, o almeno così avrebbe dovuto essere. I tifosi presenti allo stadio Cei erano poche centinaia. Due gruppetti di trenta persone, delle opposte tifoserie, ha cercato di venire in contatto”. Dagli sfottò e gli insulti  il passo a cercare di venire alle mani è stato breve. “Hanno tentato di scavalcare una rete di recinzione, si sono avvicinati e hanno provato a usare tutti gli oggetti che potevano essere loro utili, dai sassi, alle bottiglie, alle cinture dei pantaloni”. L’intervento delle forze dell’ordine ha impedito il contatto fisico tra i due gruppi, ma è partita una leggera sassaiola, che per fortuna non ha provocato feriti. La partita è iniziata regolarmente alle 20,45 in un clima surreale per un’amichevole estiva, con un cordone formato da polizia e carabinieri impegnato a tenere a distanza le due tifoserie. “I denunciati, a seguito dell’attività investigativa della polizia scientifica, che ha visionato i video delle telecamere di sorveglianza, sono stati otto. Insieme a loro hanno operato gli agenti della Digos di Pistoia e del commissariato di Empoli”

 

REDAZIONE PE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy