Clamoroso rigore negato all’Empoli, caro Nasca non ci siamo!

Clamoroso rigore negato all’Empoli, caro Nasca non ci siamo!

Di Gabriele Guastella . L’Empoli perde la sua prima partita di campionato, perde al cospetto della matricola numero quattro del torneo (finalmente l’ultima della serie!). Ma ad essere sinceri l’impressione è che l’Empoli non abbia perso al cospetto di un’avversaria, piuttosto anche a causa di scell

Di Gabriele Guastella

.

Nasca assoluto protagonista in negativo in Avellino-EmpoliL’Empoli perde la sua prima partita di campionato, perde al cospetto della matricola numero quattro del torneo (finalmente l’ultima della serie!). Ma ad essere sinceri l’impressione è che l’Empoli non abbia perso al cospetto di un’avversaria, piuttosto anche a causa di scellerate decisioni da parte del direttore di gara, il signor Nasca di Bari che, al pari dei suoi colleghi, incappa in una giornata decisamente no!

.

Il match del Partenio si può tranquillamente sintetizzare in alcuni episodi dove Nasca si erge ad assoluto protagonista… in negativo si intende.

.

Minuto 35‘. Galabinov colpisce il palo (maledetti pali!), che contro il Siena ci negano la vittoria e invece all’Avellino serve come assist per il rigore procurato subito dopo da Castaldo per un fallo ingenuo commesso da Hysaj. L’albanese entra male, prende l’avversario, ma il rosso che costringe l’Empoli in dieci per 55 minuti è estremamente penalizzante, anche e soprattutto in considerazione di quello che è stato poi successivamente il metro di giudizio adottato dal direttore di gara. Sull’episodio di Hysaj, oltre a Bassi che si stava rialzando, le immagini mostrano la presenza di almeno altri due uomini azzurri tra Castaldo e la linea di porta.

.

Minuto 92′. Rugani fa la sponda di testa per Pucciarelli che a due (2!!) metri dalla linea bianca viene trattenuto clamorosamente e messo giù da Pisacane. E’ un calcio di rigore sacrosanto, evidente, macroscopico che Nasca, e sopratutto il suo assistente, Lo Cicero forse fanno finta di non vedere. Serve troppo coraggio, evidentemente, per fischiare un calcio di rigore al Partenio di Avellino a 60 secondi dalla fine di un match…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy