Con Daniele Croce…

Con Daniele Croce…

Per fortuna le sue condizioni risultano essere migliori di quanto temuto, e forse, con un pizzico di fortuna potrebbe già essere a dar man forte ai compagni domenica prossima. Parliamo di Daniele Croce, un giocatore che stiamo iniziando a conoscere da quando, la scorsa estate è arrvato ad Empoli,

Commenta per primo!

Per fortuna le sue condizioni risultano essere migliori di quanto temuto, e forse, con un pizzico di fortuna potrebbe già essere a dar man forte ai compagni domenica prossima. Parliamo di Daniele Croce, un giocatore che stiamo iniziando a conoscere da quando, la scorsa estate è arrvato ad Empoli, fortemente voluto ( a giuta ragione) da mister Sarri. Lo abbiamo contattato:   Allora Daniele come stai? Sto meglio, ho fatto alcuni esami che hanno escluso fratture, si tratta soltanto di una distorsione alla caviglia, che mi obbligherà a stare fermo qualche giorno. E’ andata meglio di quanto non creduto sul momento.     Ci puoi descrivere la dinamica del infortunio? Si certo, sono stato lanciato sulla fascia da una bella palla di Saponara, mi è venuto incontro il difensore del Vicenza che è entrato in scivolata, il mio piede si è trovato sotto di lui e la caviglia si è girata. Una dinamica molto particolare quanto sfortunata.     Visto che hai avuto un infortunio a inizio stagione, sei stato operato e sei stato fuori per un pò di tempo, hai temuto di attraversare nuovamente il tunnel? Un po’ di paura c’è stata, perchè si trattava dello stesso piede, e che inizialmente faticavo a camminare. Anche se ho capito che si trattava di un tipo di infortunio totalmente diverso. Sicuramente la cosa mi sarebbe dispiaciuta molto, per fortuna le cose sono andate diversamente, altrimenti sarei stato da candidare agli oscar della sfiga (ride, ndr.)     Il fatto che tu conosci il mister, avendolo già avuto in passato ti ha reso le cose più facili?  Sicuramente lui sa quello che posso dare, e questo è stato un fattore importante per quanto concerne il mio recupero. Siamo in un momento felice, abbiamo inanellato una serie abbastanza lunga di risultati, ma non dobbiamo abbassare la guardia. Bisogna ricordarci le difficoltà di inizio stagione.     A questo proposito questo girone d’andata si conclude con due partite toste: Domenica trasferta a Cittadella, poi il Verona; Con il Cittadella è una sorta di confronto tra le due sorprese del campionato, sei d’accordo? In effetti si tratta di una settimana difficile, perchè abbiamo davanti a noi due partite da prendere con le molle. Il Cittadella sta facendo come noi buone cose, ed è insieme a noi la sorpresa, considerato i punti che ha in classifica, mentre il Verona è una partita difficile da affrontare non solo per il valore dell’avversario ma anche per il blasone. . Per PianetaEmpoli.it Stefano Scarpetti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy