Con Lorenzo Tonelli…”Oggi mi opero. Non dobbiamo sentirci arrivati”

Con Lorenzo Tonelli…”Oggi mi opero. Non dobbiamo sentirci arrivati”

Abbiamo contattato Lorenzo Tonelli, che proprio oggi si sottoporrà ad un intervento chirurgico al setto nasale a seguito dello scontro fortuito occorso nella gara di Brescia. E’ stat anche l’occasione anche per fare un bilancio con lui della stagione fino a questo momento.   Allora Lorenzo come

Commenta per primo!

Abbiamo contattato Lorenzo Tonelli, che proprio oggi si sottoporrà ad un intervento chirurgico al setto nasale a seguito dello scontro fortuito occorso nella gara di Brescia. E’ stat anche l’occasione anche per fare un bilancio con lui della stagione fino a questo momento.   Allora Lorenzo come Stai? Nella giornata di oggi mi ricovero e poi si procederà con la riduzione della frattura al setto nasale, riportata nella gara di Brescia. Se tutto procede senza complicazioni, nel giro di una quindicina di giorni dovrei tornare a disposizione del mister e della squadra. Questo è ovviamente anche il mio augurio   Ci puoi raccontare come è avvenuto lo scontro che ti è costato questo infortunio? Io mi ricordo questa palla respinta da un mio compagno, mi sembra da Regini. Guardavo la palla e non ho neanche visto il giocatore del Brescia che ha provato una rovesciata anche troppo spettacolare. Se l’avessi visto ci sarei andato in maniera diversa, in pratica mi sono trovato la sua scarpa all’ altezza degli occhi, a questo punto li ho chiusi e per un po’ non ho visto niente, black out totale. Sono uscito in barella ed in quel momento è stato molto bravo il medico che ha tamponato la ferita, perchè, a quanto pare ho perso molto sangue. Questo mi ha permesso di rientrare e di evitare che la squadra fosse in inferiorità numerica, anche perchè a caldo il dolore, era esiguo…..dopo però non vi dico.”   Lorenzo se si dovesse fare un bilancio della tua stagione fino a questo momento si potrebbe dire che dopo un inizio balbettante ti sei conquistato un tuo spazio Sono abbastanza soddisfatto di quanto fatto finora, anche se conta come finisci, proprio quello resta nella testa della gente. Ad ogni modo ritengo che bisogna sempre lavorare con attenzione e non sentirsi mai arrivati. Era iniziata male la stagione, perchè provenivo dalla negativa stagione scorsa, e forse mi penalizzava la troppa voglia di far bene che spesso andava in degli eccessi di foga. Poi, magari, ogni piccola incertezza veniva enfatizzata, e magari una prestazione da 6 non veniva giudicata non come tale, proprio in conseguenza delle mie non buone prestazioni della scorsa stagione. Poi non posso non essere felice per quei gol, importanti, che ho realizzato.   Parliamo della squadra, Sabato e’ arrivata una grande vittoria: la classifica dice 4° posto in coabitazione con il Varese. I play-off appaiono una prospettiva possibile, almeno da quello che dicono i numeri e le vostre prestazioni. Per quello che stiamo facendo magari si, anche se ritengo che la tensione debba riamanere sempre alta. La classifica è molto corta con diverse squadre in un fazzoletto di 6-7 punti. Bisogna rimanere concentrati, a partire dalla partita con L’Ascoli che non ci dimentichiamo nella gara di andata ci ha battuti 3-0. Non dobbiamo ragionare da 4° in classifica ma da dove siamo partiti, e da quei 4 punti in 9 partite.”   Per PianetaEmpoli.it Stefano Scarpetti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy