Con Marcello Carli…

Con Marcello Carli…

All’indomani della chiusura del mercato abbiamo contattato il DS azzurro Marcello Carli per fare il punto della situazione.   Direttore l’ultimo giorno ha visto pochi movimenti ma importanti. In entrata è arrivato il terzino sinistro che mancava: “ Si non è stato un mercato facile e lo h

Commenta per primo!

All’indomani della chiusura del mercato abbiamo contattato il DS azzurro Marcello Carli per fare il punto della situazione.   Direttore l’ultimo giorno ha visto pochi movimenti ma importanti. In entrata è arrivato il terzino sinistro che mancava: Si non è stato un mercato facile e lo hanno dimostrato un po’ le varie situazioni. Noi eravamo saliti a Milano con l’obbiettivo di portare a casa un terzino sinistro da affiancare a Regini e l’abbiamo fatto con Fatic, un giocatore che da diverso tempo era nel nostro mirino e che aveva il gradimento anche del nostro allenatore. Un giocatore importante. Poi le operazioni con l’Udinese sono state davvero importanti, di questi tempi dove vendere è un’impresa ma con i friulani c’è un feeling particolare ed in mezz’ora abbiamo pianificato il tutto.”   Poi intelligente la scelta di trattenere Mori? Mori è un giocatore importante, in quella zona del campo con la partenza di Marzoratti non abbondiamo in risorse quindi è stato un due più due. Non fosse stata finalizzata l’operazione con l’Udinese non saremmo scesi a compromessi, il giocatore sarebbe rimasto ad Empoli fino a giugno.”   Le tante assenze del momento potevano però far pensare ad un mercato più copioso? Abbiamo una rosa importante e numerosa, non sarebbe stata una scelta corretta quella di prendere un uovo oggi solo per tappare un eventuale buco. Al di la del budget che dobbiamo rispettare siamo ben attrezzati e coperti, quindi va bene cosi, consci che possiamo far bene.”   Pensavamo infatti anche a qualche uscita, magari di qualche giovane? Abbiamo voluto dare fiducia a tutti i nostri ragazzi, in un campionato lungo come quello della B, la gara di Pescara lo ha già dimostrato, faranno comodo e potranno dire la loro mettendosi in mostra. A gennaio poi semmai faremo altre valutazioni.”   A Brescia quindi per cancellare subito la sconfitta di Pescara? Brescia non sarà una passeggiata anche perché contiamo ancora diverse assenze tra infortuni e nazionali ma non dovrà essere un riscatto di Pescara anche se dispiace aver perso una gara che avevamo recuperato e potevamo vincere. Una lezione che ci farà bene per crescere.”   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy