Corsi: “Ieri non sembravamo noi: non mi sono piaciuti nè i singoli nè il gioco che abbiamo espresso”

Corsi: “Ieri non sembravamo noi: non mi sono piaciuti nè i singoli nè il gioco che abbiamo espresso”

Riportiamo integralmente ciò che il presidente dell’Empoli Fabrizio Corsi ha dichiarato ai microni di TMW sulla partita di ieri contro la Lazio. Ecco le sue parole:   “Sì, è stata una partita in cui la squadra ha dato il peggio di sè -commenta amaro a Tuttomercatoweb.com il presidente deg

Commenta per primo!

Riportiamo integralmente ciò che il presidente dell’Empoli Fabrizio Corsi ha dichiarato ai microni di TMW sulla partita di ieri contro la Lazio. Ecco le sue parole:   corsi int“Sì, è stata una partita in cui la squadra ha dato il peggio di sè -commenta amaro a Tuttomercatoweb.com il presidente degli azzurri, Fabrizio Corsi-, nei singoli e nell’espressione di gioco. La sconfitta contro la squadra più in forma del campionato può starci, ma abbiamo prestato il fianco con situazioni che non fanno parte del nostro modo di pensare”. Cosa non è andato? “Abbiamo visto cose che non fanno parte del nostro dna. Sono cose che suonano come un campanello d’allarme, alla fine la sconfitta tradotta in termini positivi ha messo a nudo situazioni da ribaltare sin da domani”. Tutto giusto: ma, pur non giustificabile, in una stagione splendida una gara storta ci può stare. “Chiaro, ma non voglio dare giustificazioni; certo, avevamo dato il 110% contro la Juventus, dove di storto c’era stato il risultato ed altri eventi, ma questo Empoli è stato irriconoscibile a livello di concentrazione”. Possibile che i suoi siano stati distratti anche dal mercato? “Le chiacchiere sui giocatori sono deleterie. Siamo in un ambiente ovattato, dove non siamo abituati a gestire situazioni che altrove sono costanza. Nel caso ci fosse l’ambizione di qualcuno di fare il salto di qualità, passa da un finale di campionato all’altezza. Viceversa, possono sciupare quanto di buono fatto”. Salvezza: ci siamo quasi? “I punti vanno fatti. Se siamo quelli di ieri, non li facciamo”. La Lazio le ha fatto davvero questa splendida impressione? “E’ in forma, nel suo miglior momento. I risultati sono lì, hanno giocatori di grande spessore, ora galvanizzati da una situazione ambientale favorevole. Prendere gol dopo 5′ ha esasperato le nostre magagne mentali ed esaltato le loro qualità”. Ora il Parma: è, nei tempi recenti, il peggior momento per affrontarlo. “Lo pensavo anche un mese fa. E’ una gara insidiosa, tosta. I risultati hanno evidenziato la mia opinione, ma i ragazzi vogliono mostrare che potevano starci in A. Lo stanno confermando, sarà difficile ma più che del Parma dobbiamo preoccuparci di presentare un Empoli al cento per cento”.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy