Curiosità | Laurini d’altri tempi

Curiosità | Laurini d’altri tempi

La gara degli azzurri di quest’oggi ha avuto un sapore davvero epico. Una vittoria in sofferenza, quasi da squadra sorniona con una tempra davvero diversa da quella che conosciamo e da quel bel gioco che spesso si diceva essere d’obbligo per poter far risultato. Ed oggi c’è sicuramente un’immagine

Commenta per primo!

La gara degli azzurri di quest’oggi ha avuto un sapore davvero epico. Una vittoria in sofferenza, quasi da squadra sorniona con una tempra davvero diversa da quella che conosciamo e da quel bel gioco che spesso si diceva essere d’obbligo per poter far risultato. Ed oggi c’è sicuramente un’immagine che rappresenta al meglio la sofferenza e la grande abnegazioni, il volerla portare in fondo a tutti i cosi. L’immagine è quella di Vincent Laurini negli ultimi minuti di gara, immagine che rappresenta anche un fatto quasi storico per gli amanti e gli appassionati storici di maglie.   Laurini ha terminato la gara con un bel turbante in testa per uno scontro di gioco già nel primo tempo ma poi, qui la vera “chicca” ha terminato con una divisa non prettamente regolamentare. La sua maglia era insanguinata e come da regolamento andava sostituita ma un’altra numero 2 non c’era ed allora si è dovuto prendere quella di Zambelli, oggi nemmeno in panchina, rovesciarla e mandarlo in campo. Di fatto il francese ha giocato con una maglia bianca senza numero, sponsor e loghi. Curiosità che farà sicuramente storia ma che soprattutto testimonia la grande verve del giocatore e di questo gruppo.   IMG_2385

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy