CURIOSITA’ | Giampaolo nel 2012: “Livaja? Per me è il piccolo Rooney”. E Livaja segnò in Europa League.

CURIOSITA’ | Giampaolo nel 2012: “Livaja? Per me è il piccolo Rooney”. E Livaja segnò in Europa League.

Di Gabriele Guastella . [caption id="attachment_307511" align="alignleft" width="253"] Marko Livaja[/caption] Ieri è stato il giorno dell’ufficializzazione dell’acquisto da parte dell’Empoli di un nuovo attaccante: ecco una particolare curiosità che lega il nuovo attaccante azzurro e l’attuale t

Di Gabriele Guastella .

marko-livaja
Marko Livaja

Ieri è stato il giorno dell’ufficializzazione dell’acquisto da parte dell’Empoli di un nuovo attaccante: ecco una particolare curiosità che lega il nuovo attaccante azzurro e l’attuale tecnico. La sera del 12 settembre 2012 l’Inter ospita al Meazza per la prima giornata del Girone Eliminatorio di Europa League i russi del Rubin Kazan. I nerazzurri vogliono partite bene in coppa, e mister Stramaccioni sta pensando di far esordire il giovane croato cresciuto nel settore giovanile Marko Livaja, al posto di Diego Milito. Una scelta che fa storcere il naso a qualche tifoso e a qualche esperto di calcio, ma non a Marco Giampaolo. L’attuale tecnico dell’Empoli, raggiunto da alcuni colleghi è sicuro: “Ho avuto Marko al Cesena la scorsa stagione – la stagione precedente infatti Giampaolo ha allenato per un periodo Livaja nel club romagnolo – e vi dico – prosegue il tecnico – che questo ragazzo è forte, mi ha subito impressionato. Ha temperamento, grande personalità, è forse il classe 1993 più forte che abbia mai allenato. Chi mi ricorda? Io l’ho soprannominato il Piccolo Rooney, lui davanti alla porta è cattivo, proprio come Rooney, per me può crescere tanto e diventare fortissimo“.

.

Per la cronaca: quella sera il “Piccolo Rooney” all’anagrafe Marko Livaja esordisce davvero, dal primo minuto al posto di Diego Milito e l’attaccante croato non smentisce mister Giampaolo, anzi. Il Rubin Kazan sorprende e spaventa i nerazzurri, dimostrandosi squadra ben più forte di quanto fosse stata disegnata alla vigilia, e passa in vantaggio con Ryzazantsev (19′) che ribatte in rete una respinta del portiere interista su rigore. L’Inter trova il pari proprio con Livaja: al 39′ è un suo colpo di testa che infila l’estremo del Rubin sul palo più lontano su assist di Cambiasso. Al 16′ della ripresa il numero 88 dell’Inter esce tra gli applausi del popolo nerazzurro, sostituito da Milito. Il match finirà 2-2 con botta risposta nel finale.

.

Di seguito il gol di Livaja segnato in quel match

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy