Da Brescia, parla il tecnico Calori

Da Brescia, parla il tecnico Calori

Nell’intervista prima dell’allenamento di rifinitura in vista della gara di domani contro l’Empoli allo stadio “Rigamonti”, l’allenatore del Brescia Calcio Alessandro Calori incontra i giornalisti nella sala stampa del Cento Sportivo San Filippo: “Non importa chi mancherà domani – d

Commenta per primo!

Nell’intervista prima dell’allenamento di rifinitura in vista della gara di domani contro l’Empoli allo stadio “Rigamonti”, l’allenatore del Brescia Calcio Alessandro Calori incontra i giornalisti nella sala stampa del Cento Sportivo San Filippo: “Non importa chi mancherà domani – dice Calori – l’importante sarà affrontare l’Empoli con la consapevolezza che è una partita importante. Bisognerà usare testa, gambe e cuore. Purtroppo gli infortuni, e le assenze in generale, esistono, non dobbiamo avere scuse; dobbiamo metterci una sorta di casco per affrontare le situazioni di difficoltà.”   Alessandro Calori, domani contro l’Empoli saranno assenti Lasik, Budel, Saba, Bouy: manca tutta la spina dorsale di quello che era il Brescia un paio di mesi fa… “Non importa chi manca, l’importante è affrontare l’Empoli con la consapevolezza che sarà una partita importante. Bisognerà usare testa, gambe e cuore. Purtroppo gli infortuni esistono, non dobbiamo avere scuse; dobbiamo metterci una sorta di casco per affrontare le situazioni di difficoltà. Dobbiamo fare più punti possibili per arrivare a quota 50 e poi vedremo che succede.”   Quanto pesa aver potuto schierare la miglior formazione possibile in sole 3-4 partite? “Dispiace, ma sono realista. Io sono sempre stato una persona realista, poi sogno ma guardo sempre alle cose reali. E la realtà è che dobbiamo fare più punti possibili per arrivare il prima possibile alla salvezza. Bisogna prendere coscienza della realtà, mi sembra più o meno la situazione di quando sono arrivato.”   Il pubblico domani potrebbe darvi una mano… “La gente di Brescia in questo è fantastica. E’ abituata a soffrire, a lottare, e sarà il nostro valore aggiunto in ogni momento. Io da quando sono qui non ho mai chiesto aiuto al nostro pubblico perché so che per loro viene naturale sostenerci, e domani come sempre i nostri tifosi ci staranno vicino, ci porteranno entusiasmo e quella voglia in più di sopperire ai momenti di difficoltà.”   Torniamo alla partita di domani: dato il potenziale dell’Empoli, evitare di perdere potrebbe andar bene? “No. Noi dobbiamo vincere e giocheremo per farlo, con la consapevolezza che sarà una partita importante ed è necessario vincere per tanti motivi. Bisogna giocare senza paura, perché la paura porta energie nervose. Per vincere è necessario disputare una prestazione attenta, contro una squadra in forma, che si è ritrovata. Una vittoria ci darebbe sicuramente una grossa spinta.”   La poca competitività della rosa in questo momento toglie qualcosa durante la settimana? “Al di là della considerazione prettamente numerica, che è oggettiva, bisogna essere capaci di andare oltre a tutto. Non è facile, ma so che i ragazzi nei momenti importanti sanno tirar fuori tutto. Io sono sicuro che questo è uno di quei momenti.”   L’Empoli ha l’attacco meglio assortito della Serie B… “Sì, è sicuramente uno degli attacchi maggiormente assortiti del nostro campionato, con Saponara che è un giovane importante, già acquistato dal Milan e la coppia Tavano-Maccarone che ha qualità ed esperienza nella categoria; tuttavia ci sono altri attacchi forti, compreso il nostro, anche se in questo momento non riusciamo a fare gol. Ma sono fiducioso nei ragazzi che ho a disposizione.” . Ufficio Stampa Brescia Calcio

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy