Da Livorno…parla mister Nicola

Da Livorno…parla mister Nicola

E’ un mister Nicola determinato, ed al tempo stesso rispettoso del’avversario, quello che si presenta nella Sala Stampa del Centro Coni di Tirrenia per la consueta conferenza di vigilia della gara che vedrà il suo Livorno di scena al Castellani di Empoli, nel posticipo della quarta giornata di

Commenta per primo!

E’ un mister Nicola determinato, ed al tempo stesso rispettoso del’avversario, quello che si presenta nella Sala Stampa del Centro Coni di Tirrenia per la consueta conferenza di vigilia della gara che vedrà il suo Livorno di scena al Castellani di Empoli, nel posticipo della quarta giornata di ritorno del campionato di serie Bwin. Il tecnico amaranto va subito al cuore del problema: “Giocheremo contro un avversario forte ed in buona forma, che il suo allenatore Sarri sa mettere nel modo migliore per esaltare le caratteristiche dei propri giocatori; per giunta è un derby e si disputa su un campo dove il Livorno non vince da 51 anni.”   Ed è proprio per cercare di tornare ad espugnare il fortino empolese, dopo oltre mezzo secolo, che Davide Nicola punta sulle armi che hanno fatto sin qui della sua squadra la seconda forza del campionato: “Proveremo a fare risultato attraverso il nostro gioco, con caparbietà, entusiasmo e voglia di fare.” Poi il tecnico amaranto elogia lo staff medico per l’ottimo lavoro che anche negli ultimi giorni ha permesso il recupero di tutti i giocatori, compresi Emerson e Gentsoglou, entrambi regolarmente convocati: “ Ho tutti a disposizione ed un’ampia varietà di scelta, vedremo all’ultimo chi utilizzare anche in base a quale schema adottare fra i diversi che abbiamo preparato.” Inevitabile un accenno al campionato in generale ed alle partite di sabato in particolare: “I risultati degli altri non ci devono interessare, perché noi dobbiamo pensare solo alla nostra prova.”    Inutile anche tentare di avere un’opinione del tecnico amaranto su certi episodi arbitrali che ultimamente hanno visto protagonista il Sassuolo: “Noi abbiamo scelto la linea di non commentare e su quella vogliamo andare avanti; spesso si punta l’indice sui direttori di gara solo per distogliere l’attenzione dai veri problemi ed anche la capacità di ammettere di aver ricevuto dei vantaggi è cosa rara, che in tempi recenti ho visto fare solo ad Allegri.” L’ultima nota è per ribadire il concetto e per avere una conferma dello spessore del personaggio che è Davide Nicola: “Noi siamo secondi anche nella classifica del Premio Disciplina, e questo dimostra che i risultati non vanno di pari passo con le proteste.” . fonte: amaranta.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy