Da Pescara….parla Zeman

Da Pescara….parla Zeman

Le sirene di alcuni club, ad esempio il Napoli, che cantano al suo indirizzo, il mercato e la prossima trasferta in Toscana: è uno Zeman che parla a tutto campo quello che si concede ai giornalisti nella conferenza stampa prima della partenza per Empoli.   De Laurentiis ha speso parole al mi

Commenta per primo!

Le sirene di alcuni club, ad esempio il Napoli, che cantano al suo indirizzo, il mercato e la prossima trasferta in Toscana: è uno Zeman che parla a tutto campo quello che si concede ai giornalisti nella conferenza stampa prima della partenza per Empoli.   De Laurentiis ha speso parole al miele al suo indirizzo ed è stato criptico circa la possibilità di portare il tecnico boemo nel suo Napoli: “non si sai mai quel che succede”, dichiara Zeman, “ma non credo che lui ci pensi e nemmeno io ci penso. Non ho mai detto che se il Pescara va in A resto, il titolo del giornale non l’ho fatto io. Se resto anche in caso di B? L’ho già detto tante volte, a Pescara sto bene. E’ un discorso di programmi e progetti”. L’affare Caprari è fatto, ma lo sbarco del talento romanista è stato procrastinato ulteriormente di qualche giorno per volontà esplicita di Luis Enrique: “a me questa cosa non dà fastidio. Avevamo chiesto il ragazzo già in estate e ci avevano risposto che era incedibile. Cerco di lavorare con la squadra che ho a disposizione, sapete come la penso sul mercato di Gennaio, poi è normale che se la società ha la possibilità di migliorare interviene”. Non risparmia una stoccata a Pinsoglio che, senza ripassare per Pescara, è salito a Vicenza direttamente dal ritiro dell’Under 21: “visto che non mi ha salutato, per me è ancora qua”, dice con un sorriso, “per me è un fatto di educazione”.   Tornando alle questioni di campo, contro il Verona si è visto un bel Pescara sostenuto ed incitato da un grande pubblico: “sono contentissimo, quello era il mio scopo cioè tanta gente che si interessa e parla. Normale che vorrei se ne parlasse sempre bene, ma non sempre ci si riesce”. A giudicare dagli attestati di stima che giungono al suo indirizzo, non solo dai tifosi ma anche dagli addetti ai lavori (da Arrigo Sacchi a Claudio Ranieri, ad esempio), prevalgono più le parole positive. “Spero che la squadra continuerà a giocare come ha fatto finora. Non abbiamo ancora fatto nulla, la strada è lunga. Questa squadra ha dimostrato che ha voglia di giocare e di applicarsi. Marzo sarà il mese decisivo per le squadre che saranno ancora su. Il campionato è ancora lungo, non si è deciso niente e bisogna continuare così”.   Ad Empoli il tecnico boemo dovrà fare a meno degli squalificati Zanon ed Immobile e dell’infortunato Martin. Maniero centravanti e Petterini a sinistra con Balzano riportato a destra dovrebbero essere le uniche novità rispetto al team che ha battuto consecutivamente Nocerina e Verona. “Abbiamo fatto una buona settimana, siamo riusciti a fare il lavoro che avevo programmato nonostante il grande freddo. Le nostre assenze ? Saranno importanti e non possiamo sottovalutare l’Empoli. Tutte le partite iniziano da 0-0, non è che se abbiamo 20 punti in più in classifica partiamo dal 3-0 per noi: bisogna giocarsela e sudarsela. L’Empoli in partenza era considerata tra gli esperti  da A, ha avuto qualche intoppo. Assomiglia un po’ alla nostra squadra, con tre giocatori importanti come Tavano, Stovini e Buscè e poi i giovani. In fase offensiva Tavano è importante, il suo infortunio li ha penalizzati. Coralli in carriera ha sempre fatto gol, quest’anno no e speriamo non inizi con noi. I cambi in panchina? Non c’è mai pazienza, bisogna dare il tempo di crescere ai giocatori”. forzapescara.tv

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy