Dal campo….si è fermato Coralli

Dal campo….si è fermato Coralli

Secondo giorno di lavoro verso la prossima sfida che attende gli azzurri, quella di domenica prossima allo “Scida” di Crotone contro i locali rossoblù.   Mister Aglietti, assodate le sei sicure assenza tra nazionali e squalifiche inizia a fare delle prove su quella che potrebbe essere la squadra

Commenta per primo!

Secondo giorno di lavoro verso la prossima sfida che attende gli azzurri, quella di domenica prossima allo “Scida” di Crotone contro i locali rossoblù.   Mister Aglietti, assodate le sei sicure assenza tra nazionali e squalifiche inizia a fare delle prove su quella che potrebbe essere la squadra anti-squali, anche se ovviamente siamo soltanto all’inizio della settimana lavorativa. Prima fase di allenamento con diverse esercitazioni atletiche dove sono stati impegnati tutti i presenti, poi il tecnico azzurro ed i suoi collaboratori hanno iniziato a far disputare delle partitelle dove si sono provati sia l’assetto visto lunedi sera con la Reggina, sia il 4-3-3, anche se mister Aglietti ha insistito più sul primo modulo. A conferma però del fatto che siamo ancora in alto mare nel valutare assetto ed uomini, la seduta è stata molto leggera e con un Aglietti che ha lasciato molto giocare i suoi. La novità, se cosi la possiamo definire, potrebbe essere rappresentata da Valdifiori a sinistra, nella posizione in cui si era messo Saponara proprio rilevando Forestieri nell’ultima gara, un Forestieri che non ci sarà in Calabria. Mentre a destra si alternavano Nardini (provato anche come terzino) ed il ritrovato Lazzari, che precauzionalmente non era andato nemmeno in panchina lunedi ma che domenica sarà convocato e forse non solo per la panchina. Al centro il mister ha ovviamente rimesso Musacci ma più volte si è provato Signorelli che ad onor di cronaca è più trequatista del compagno ed in un modulo dove il centrale può fare sia il vertice basso che quello alto potrebbe essere una scelta interessante. Lo stesso Musacci potrebbe scalare dietro. Buona la condizione anche di Mchedlidze che era regolarmente in gruppo e che palesemente scalpita per l’imminente rientro in campo, ha fatto tutto l’allenamento con la squadra ed ha fatto vedere anche alcune cose davvero interessanti. Ovviamente non erano presenti i cinque nazionali e Foti. L’ex Samp sembra essere davvero vicino al poter tornare a calciare la palla, ma come ci conferma anche lo staff medico, la prudenza in questi casi non mai abbastanza ed arrivati a questo punto, visto che l’infermerira si è comunque svuotata, non c’è da mettere il carro davanti ai buoi. Sul finire di seduta c’è stato un problema per Coralli che ha lasciato in anticipo il campo, per lui un problema al flessore, ma il giocatore stesso ha rassicurato tutti a suon di sorrisi e battute. Per rimpolpare un pò il gruppo c’erano Brugman e Tognarelli, i due alla fine dovrebbero essere a giocarsi l’importante partita di Parma con la Primavera, ma se ci dovessero nascere problemi per qualche elemento saranno pronti per la prima squadra. Da segnalare la pittoresca presenza al campo di allenamento di un gruppetto di tifosi argenti pro Foresetieri e Laurito.   Il tecnico azzurro a fine seduta è sereno, sa che la gara di domenica sarà difficile e comunque importante ma non uno scontro diretto e quindi si gode la settimana prendendosi tutto il tempo a sua disposizione: ” Abbiamo molta strada prima di arrivare a domenica o comunque alla rifinitura di sabato, le assenze non mi preoccupano, ormai coabitiamo con queste da sempre per più fattori, almeno sappiamo che passata la settimana torneranno tutti ed in buona salute. Ancora è presto per parlare di moduli, la squadra mi è piaciuta molto lunedi ma il Crotone ha tutt’altre caratteristiche e dobbiamo valutare al meglio le scelte, potebbero esserci delle novità.”   Per domani è prevista una seduta al pomeriggio.   To. Che.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy