Dal campo…Modulo confermato, ma tutti in discussione

Dal campo…Modulo confermato, ma tutti in discussione

Allenamento pomeridiano per gli azzurri in vista del derby contro il Livorno di venerdi prossimo.   Seduta, quella odierna, decisamente votata alla tattica, con un mister Aglietti prodigo di consigli per tutti i suoi che meticolosamente spostava, a volte anche di pochi centimetri, come pedine d

Commenta per primo!

Allenamento pomeridiano per gli azzurri in vista del derby contro il Livorno di venerdi prossimo.   Seduta, quella odierna, decisamente votata alla tattica, con un mister Aglietti prodigo di consigli per tutti i suoi che meticolosamente spostava, a volte anche di pochi centimetri, come pedine del subbuteo, alla ricerca del punto in cui, ognuno, potesse dargli maggiori garanzie. L’assetto sembra dover essere l’ormai noto 4-3-2-1 (o tre davanti a seconda della fase di gioco) con un centrocampo ovviamente ridisegnato data l’assenza di Soriano che darà vita ad uno spostamento sulla sinistra di Valdifiori con Musacci centrale, anche se il viareggino è stato a tratti alternato con un Signorelli davvero in palla. Anche in difesa c’è un  ballottaggio vivo, che durerà, immaginiamo, fino alla rifinitura, con i due ex Primavera, Tonelli e Mori a giocarsi il posto di centrale accanto a capitan Stovini. Davanti si è mosso bene Coralli, che specialmente nei cambi di direzione, si è visto molto meno sofferente, anche se Levan (anche oggi a parte) se recuperato potrebbe giocarsi le sue carte per essere la punta centrale. Come esterni il mister ha alternato la coppia Saponara-Lazzari sulla destra e Forestieri-Fabbrini sulla sinistra (in vantaggio i primi), il talento pisano difatti oggi era regolarmente in gruppo, il mal di schiena sembra già dimenticato e scalpita per poter giocare un derby per lui ancor più sentito. Come logico che sia il mister ha comunque mischiato molto le carte, specialmente nella partitella finale, la politica del tenere tutti sulla corda sembra pagare.   Difatti il tecnico aretino, che dopo gli applausi sotto il settore ospiti di Bergamo, vuole regalare il derby alla tifoseria, precisa che ad oggi non c’è una formazione fatta, ma solo un gruppo dove ognuno dovrà dimostrare di volerla giocare e vincere questa partita: ” Andremo quasi certamente avanti con un modulo che da alla squadra quegli equilibri necessari per poter incidere, soprattutto in un’altra partita dove, stando a quello che arriva da Livorno, dovremmo avere spazzi per poter ripartire. Nessuno deve sentirsi titolare inamovibile, Bergamo non ha dato wild card a nessuno, si riazzera tutto, si va verso un match importante, per noi e per i nostri tifosi, e giocherà chi avrà più fame di vincere quella partita.” Il mister poi precisa anche un aspetto tattico stuzzicato dalla nostra curiosità di giocare con le due punte: ” Questa squadra puo’ tranquillamente giocare anche a due davanti, pero’ bisogna che tutti e due siano al 100%, cosa che quest’anno non si è mai verificata.”   Per domani è prevista un’altra seduta di lavoro nel pomeriggio.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy