Dal campo | Al vaglio alcune novità per fronteggiare il Genoa

Dal campo | Al vaglio alcune novità per fronteggiare il Genoa

Siamo arrivati quasi alla vigilia della sfida di Marassi con l’Empoli che sta recuperando giocatori importanti in difesa. In avanti tornerà Saponara.

4 commenti

Allenamento pomeridiano per gli azzurri che proseguono lo specifico lavoro in vista della trasferta di Marassi. A Genova l’Empoli è chiamato a ripetere le prove viste nei secondi tempi di Torino e Roma, sperando di tornare al gol ed a muovere la classifica.

Il lavoro odierno si è consumato principalmente sul campo centrale dello stadio “Castellani”. Prima una fase atletica e poi sotto con la tattica e le varie esercitazioni specifiche che lo staff tecnico ha studiato appositamente per la gara di domenica. Le prossime due giornate, in cui si lavorerà a porte chiuse, verranno sicuramente prese le decisioni per quello che sarà l’undici anche se a grandi linee, alcune cose già emergono. Su tutte pare molto probabile l’impiego di Dimarco dal primo minuto nel ruolo di terzino sinistro e poi è chiaro il rientro negli undici di Saponara con la coppia d’attacco che potrebbe essere composta da Gilardino e Pucciarelli. In gruppo hanno lavorato Laurini, Costa e Barba ma per tutti e tre si capirà soltanto alla fine se qualcuno potrà essere titolare, con Barba un pizzico più avanti degli altri due. A Marassi non ci saranno invece Croce e Marilungo con quindi Buchel investito della maglia da mezzala sinistra in un centrocampo che ritroverà Jose Mauri e Tello. Scontato il modulo che anche al “Ferraris” sarà il 4-3-1-2.

La squadra tornerà in campo nella mattina di domani. Come detto la seduta sarà a porte chiuse.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio - 2 mesi fa

    Dimarco va fatto giocare. Con o senza Pasqual.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mork - 2 mesi fa

      Calma,calma…Claudio….non dimentichiamoci che non ha ancora 19 anni….pur se si dimostrerà bravo….di pappa ne deve mangiare ancora….comunque se in allenamento sta andando forte….giusto riproporlo…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mork - 2 mesi fa

    Io dico solo che prendere o avere giocatori di alto livello e poi tenerli in panchina,senza oltretutto dargli un po’ di continuità,conferma il fatto che Martusciello è in confusione totale.Pasqual,Gilardino,Maccarone sono giocatori che nessun’altro allenatore si sognerebbe di togliere mai dai titolari di qualsiasi altra squadra come ha fatto e probabilmente continuerà a fare il nostro allenatore finche gliene daranno l’opportunità.Poi domenica sarà una partita dove ci vorrà un centrocampo molto fisico,quindi dentro Krunic a destra e Dimarco sulla sinistra,ma davanti a Pasqual.Nel mezzo si vuol continuare a far giocare Mauri,ma lui in quella posizione non solo è fuori ruolo,ma non ha certo i numeri di Paredes(lancio,fisico,visione di gioco e ottima fase di interdizione)per stare lì nel mezzo.Che si provi Buchel o Krunic che quando giocava nel suo paese spesso giocava anche centralmente e dal fimato su youtube mi pare di aver visto un giocatore che è molto bravo anche a servire i compagni con lanci lunghissimi.Insomma cerchiamo di essere meno prevedibili…ormai basta metterne 2 su Saponara e uno sul nostro centrocampista centrale….e noi si va in tilt.Io voglio bene al nostro bello guaglione e so che ci sta mettendo tutto l’impegno possibile,ma siccome nessuno nasce “imparato”,anche lui deve crescere e un allenatore che cresce non può continuare a fossilizzarsi con un gioco che ha fatto il suo tempo….Il fatto che Saponara sia e sia stato uno dei giocatori che ha percorso più chilometri durante le partite fa capire che sto ragazzo si fa correre parecchio a vuoto e senza dargli la palla più spesso e poi parliamoci chiaro l’unico che lo ha fatto giocare come sa è stato solo Sarri….Gia Giampaolo gli richiedeva di rientrare più spesso….ma uno come Saponara deve giocare dove vuole e trovarsi la posizione da se e soprattutto a giocare senza grossi assilli….sono gli altri che debbono rincorrerlo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Riccardo - 2 mesi fa

    Genoa e Chievo, due partite fondamentali, due partite da affrontare come una finale di Champions. Da queste due partite dipende molto del nostro futuro.
    Ma se invece del 4-3-1-2 si giocasse ad alberto con Gila davanti e Puccia e Sapo a dialogare sulla 3/4?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy