Dal campo…Coralli punto fermo

Dal campo…Coralli punto fermo

Seconda seduta di allenamento per gli azzurri in vista del match di sabato in terra calabrese contro i rossoblù del Crotone.   Seduta classica senza particolari indicazioni tattiche, in genere è sempre la seduta pre-rifinitura che mette le carte in tavola. Nel caldo pomeriggio empolese, agli or

Commenta per primo!

Seconda seduta di allenamento per gli azzurri in vista del match di sabato in terra calabrese contro i rossoblù del Crotone.   Seduta classica senza particolari indicazioni tattiche, in genere è sempre la seduta pre-rifinitura che mette le carte in tavola. Nel caldo pomeriggio empolese, agli ordini di mister Aglietti, dopo una vistosa parte atletica, gli uomini a disposizione dello staff tecnico hanno dato vita ad una partitella a metà campo che ha visto diverse soluzioni con vari esperimenti, andando a spostare le varie pedine dello scacchiere provate in diverse posizioni. Il 4-2-3-1 sembrerebbe però avere una predilezione maggiore, anche se la squadra si è disposta spesso con le due punte. Punto fermo però dell’attacco azzurro nella missione calabrese sarà Claudio Coralli, tornato da ieri in gruppo, che ha svolto tutta la parte tattica senza intoppi ed il Cobra, ci concediamo questo, lo abbiamo visto meglio con un compagno vicino a fargli da supporto. Altro punto inamovibile dei presunti undici è stato Fatic che gioco-forza, vista la squalifica di Regini, sarà il terzino sinistro titolare sabato pomeriggio. A Crotone ci sarà anche Mori, anch’egli tornato a completa disposizione ed integrato nel gruppo, con il suo totale reintegro non dovrebbero esserci dubbi su chi andrà ad affiancare Stovini in mezzo alla difesa, anche perchè Tonelli non è al 100% (oggi ai box) per una botta alla caviglia. Regolarmente i campo Tavano e Buscè che ieri si erano sottoposti a dei massaggi e non avevano svolto il defaticante. Ovviamente anche oggi assenti al campo Lazzari e Brugman. Fermo anche Vinci per un problema al ginocchio che non dovrebbe però pregiudicare la sua convocazione.   Mister Aglietti ha voglia di riscatto perchè crede ciecamente nelle possibilità della squadra e del suo lavoro, mettendo anche a tacere eventuali voci (seppur totalmente infondate) che lo vorrebbero in bilico: ” Se guardiamo alle prestazioni non è tutto da buttare, anche se ci abbiamo indiscutibilmente messo del nostro per perdere le ultime gare. Credo che però il lavoro alla fine paghi ed adesso c’è anche tanta rabbia positiva da parte di tutti per dimostrare che l’Empoli sa anche vincere. Sappiamo che a Crotone non sarà una passeggiata, anzi troveremo una squadra altrettanto vogliosa di fare punti vista la partenza non felice. Noi dobbiamo andare la sereni, consci delle nostre qualità e delle nostre possibilità, senza pensare alla classifica ed a tante cose che si dicono in questi giorni.”   Per domani è prevista una seduta a partite dalle ore 15:00   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy