Dal campo…dubbio Levan Dumitru in avanti

Dal campo…dubbio Levan Dumitru in avanti

Azzurri in campo quest’oggi sia al mattino che nel pomeriggio in preparazione al derby, importantissimo, di sabato prossimo contro il Livorno.   La mattinata, come auspicabile, è stata impiegata soprattutto dallo staff atletico per delle esercitazioni ad hoc, lavoro quindi di palestra e fi

Commenta per primo!

Azzurri in campo quest’oggi sia al mattino che nel pomeriggio in preparazione al derby, importantissimo, di sabato prossimo contro il Livorno.   La mattinata, come auspicabile, è stata impiegata soprattutto dallo staff atletico per delle esercitazioni ad hoc, lavoro quindi di palestra e fisico. Nel pomeriggio è salito in cattedra il tecnico Aglietti che ha messo mano alla squadra che sta nascendo. Un Aglietti che da quando è tornato chiede davvero molto ai suoi, soprattutto in termini di intensità. La velocizzazione della manovra (molte verticalizzazioni) ed il recupero della posizione in fase di non possesso, sono due degli aspetti sul quale il tecnico di San Giovanni sta insistendo molto. Non trascurando la difesa, di fatti Aglietti ha ripreso un discorso con il reparto difensivo, già iniziato in estate, dove minuziosamente si mette li, giocatore per giocatore, spigando il possibile movimento dell’avversario e la contromossa. La squadra che dovrebbe andare ad impattare contro i labronci sembra avere ormai un volto abbastanza delineato, a partire dal modulo che sarà ancora con il centrocampo a rombo, 4-3-1-2.   In difesa c’è sempre più convinzione nel dare fiducia a Regini come centrale accanto a Stovini. L’ex Samp dovrà adattarsi in una posizione non sua ma comunque già ricoperta proprio in quella Primavera allenata da Aglietti. E’ un gioco-forza, visto che tutti gli altri centrali sono off, data la squalifica di Ficagna e le potenziali indisponibilità di Mori e Tonelli. I due hanno lavorato a parte, facendo capire di aver superato il grosso del problema, ma è davvero difficile sapere se per almeno uno dei due ci sarà la possibilità di esserci nell’elenco dei convocati.   A centrocampo invece l’unico vero dubbio sembra essere quello del trequartista. Questo perché Lazzari è tornato in gruppo e sembrerebbe avere qualche chance in più del “concorrente” Brugman che fino ad ieri ricopriva quella posizione tra i probabili titolari. Per il resto le chiavi della regia sono ormai custodite da Moro e Coppola (reintegrato da Aglietti) agirà a sinistra. Gallozzi o Ze Eduardo a destra, con il giocatore di proprietà del Chievo che oggi potrebbe aver superato il brasiliano anche a causa di un affaticamento di quest’ultimo. In questo reparto c’è un grande indisponibile: Mirko Valdifiori. Purtroppo dobbiamo registrare un passo, forse due, indietro da parte del giocatore, che ha dovuto interrempere l’allenamento per il riacutizzarsi del dolore al ginocchio. Una situazione che non complica niente in vista di sabato, ma che potrebbe però togliere quel sorriso che era venuto ai più vedendolo meglio negli ultimi giorni.   In avanti, accanto a Tavano, se la giocano Dumitru e Mchedlidze. Oggi i due sono alla pari, ma questo significa che l’italo-romeno ha fatto passi da gigante conquistandosi le attenzioni di Aglietti. Maccarone e Shekiladze sono out.   Per domani è prevista una seduta nel pomeriggio.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy