Giovanni Martusciello: “Sono pronto per la sfida. Non scimmiottero’ chi mi ha preceduto”

Giovanni Martusciello: “Sono pronto per la sfida. Non scimmiottero’ chi mi ha preceduto”

A cura di Alessio Cocchi   ore 14:55 – Sala stampa gremita, ancora non sono arrivati i partecipanti alla conferenza che andrà ad investire Giovanni Martusciello come nuovo allenatore dell’EmpoliFC. Ore 14:57 – Ricordiamo da che da quest’oggi la sala stampa dello stadio “Castellani” è intit

Commenta per primo!

A cura di Alessio Cocchi   IMG_3584ore 14:55 – Sala stampa gremita, ancora non sono arrivati i partecipanti alla conferenza che andrà ad investire Giovanni Martusciello come nuovo allenatore dell’EmpoliFC. Ore 14:57 – Ricordiamo da che da quest’oggi la sala stampa dello stadio “Castellani” è intitolata al compianto collega Antonio Bassi. Ore 15:05 – Stanno per entrare in sala stampa il Presidente Corsi ed il neo allenatore Martusciello. Ore 15:10 – Sono entrati in sala stampa e sono stati sommersi dai fotografi. Ore 15:11 – Prende la parola il Presidente: “Siamo qua a presentare una persona che fa parte della storia dell’Empoli, solo per qualche anno non è stato con noi ma negli ultimi venti anni ha fatto parte di questo club. Questa scelta, al di la della persona, è dettata dall’idea di continuare a fare calcio in un certo modo, un modo che ci ha dato grandi soddisfazioni e che vogliamo averne ancora. Martusciello da questo punto di vista ci garantisce questo, altri, al di la dell’esperienza o meno, non avrebbero forse avuto la stessa passione e voglia di perseguire questa nostra specifica filosofia.” Ore 15:14 – Ancora il Presidente: ” Sono certo che tutti gli sportivi empolesi hanno condiviso questa scelta, perchè tra questa città, questa tifoseria e questo professionista c’è un legame importante e credo che tutti si sia felici di questa opportunità che gli viene data. Il nostro ambiente è un patrimonio da preservare e Giovanni fa parte di questo patrimonio. La nostra forza sarà il prossimo anno la paura di retrocedere, perchè è vero che le paure dovranno essere tolte dalle menti dei giocatori, ma questa paura deve essere vissuta come quella cosa che ti fa dare ancora di più perchè per noi arrivare a fare un’altra salvezza sarà una cosa difficile e per la quale dovremo davvero dare tutto.” Ore 15:18 – Prima domanda a Martusciello sullo stato d’animo dopo la chiamata : ” Non c’è stato un momento che ha determinato questa scelta, è stato un insieme di fattori che mi hanno portato ad essere qui. Sono estremamente orgoglioso ed emozionato per essere qui. Appena mi hanno chiesto se avrei voluto essere l’allenatore dell’Empoli ho subito detto si, un si che sto metabolizzando con le dovute riflessioni. Sono uno che le sue responsabilità le ha sempre prese ed ho le spalle larghe da questo punto di vista. Spero di poter dare quello che sono, questo è quello che voglio dire a tutta la gente che ha sempre dimostrato un grande affetto nei miei confronti, un affetto che devo ridare alla gente in maniera triplicata.” Ore 15:22 – A chi vanno i primi pensieri e chi si sente di ringraziare: ” Soprattutto i vari collaboratori dei vari staff in cui sono stato. Ovviamente anche a Sarri e Giampaolo, ci mancherebbe, ma voglio pero’ sottolineare di il lavoro dei vari collaboratori. Per salvarsi la strada è quella di proporre calcio e questo è quello che ho imparato e fatto mio. Ovviamente devo ringraziare anche il Presidente di avermi trattenuto non mandandomi a NapoliOre 15:26 – Se pensa ai rischi: ” Ci penso sempre in continuazione ma questo fa parte di questo lavoro e se ho deciso di fare questo lavoro devo mettere in preventivo i rischi. Parto con un gruppo importante, anche se alcuni ragazzi saranno diversi, pero’ ripeto quanto detto prima, ho le spalle larghe ed i problemi gli affronteremo uno alla volta, se pensassi che la strada è in discesa sarei un folle.” Ore 15:30 – Cosa ha preso dai due tecnici che hanno preceduto: ” Ho preso molto ma con questo non scimmiottero’ il il loro modo, non sono un imitatore. E’ chiaro che stiamo parlando di una filosofia e quindi quella è nata quattro anni fa con Sarri e poi è stata ripresa lo scorso anno. Andremo avanti quindi con un sistema di gioco specifico e con una base di lavoro già assodata ma io saro’ una persona con un carattere diverso dai due che sono arrivati prima e dovrò’ far leva su quello, nei pregi e nei difetti.Ore 15:31 – Sullo staff tecnico : ” Ad oggi ci sono dei punti interrogativi, non siamo ad oggi in grado di sciorinare lo staff e nemmeno possiamo dire se faremo o no il ritiro anche se ci stiamo pensando perchè lo scorso anno abbiamo avuto tantissime difficoltà per il caldo. Tornando allo staff quanto prima vi sapremo dire tutto.” Ore 15:35 – Sul mercato: ” Sono ad Empoli da una vita, conosco bene quelle che sono le dinamiche che fanno l’Empoli e quindi so quelle che dovranno essere le rinunce. Sono fiducioso pero’ sul fatto che la società farà il possibile per allestire la squadra migliore possibile, una squadra che verrà modellata sempre su quella filosofia di cui parlavamo prima, su quello verterà la ricerca degli uomini giusti per noi. Pero’ ci tengo a dire che partiamo da una base davvero importante rispetto ai giocatori che rimarranno.” Ore 15:37: Sui cambiamenti rispetto al ruolo: ” Cambia poco, cambia che dovro’ metterci più spesso, anzi sempre, la faccia. Per il resto io sono questo ed il mio carattere il mio modo di essere mi ha portato dove sono. Non voglio peccare di presunzione, sia chiaro, ma portero’ avanti il mio modo di essere.” Ore 15:39 – Parola al Presidente che parla di Carli: “Marcello resterà e cambieremo qualcosa a livello di ruoli.” Fine conferenza. A breve saranno online i contributi video.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy