Daniele Mori: “Sono tornato a casa”

Daniele Mori: “Sono tornato a casa”

E’ arrivato ieri, dopo aver terminato il lungo percorso riabilitativo seguito passo per passo dal suo nuovo club, l’Udinese. Parliamo del difensore Daniele Mori. Daniele, cresciuto nellìEmpoli è stato ceduto ai friulano nel corso dell’ultimo mercato, ma da questi è stato ri-ceduto in prestito all

Commenta per primo!

E’ arrivato ieri, dopo aver terminato il lungo percorso riabilitativo seguito passo per passo dal suo nuovo club, l’Udinese. Parliamo del difensore Daniele Mori. Daniele, cresciuto nellìEmpoli è stato ceduto ai friulano nel corso dell’ultimo mercato, ma da questi è stato ri-ceduto in prestito alla sua squadra. Ieri il nuovo primo giorno di scuola e dopo le prime parole, che iniziano senza una domanda, ma con una frase che non lascia niente al caso.   Sono tornato a casa, eccomi. Ringrazio l’Udinese per tutto quello che ha fatto, con loro ci rivredemo ma adesso sono qui, a casa, e penso solo all’Empoli“.   Come stai Daniele? Il ginocchio sta bene, questo è già molto per me. Adesso dovrò ritrovare la forma perchè nonostante ad Udine abbia svolto alcuni allenamenti con il resto della squadra, è chiaro che ho saltato tutta la preparazione ma soprattutto mi manca la partita. Non gioco dallo scorso aprile e quindi adesso c’è solo da rimettersi sotto perchè la voglia è tanta.”   Tra l’altro in questi primi mesi tu comunque hai sempre seguito l’Empoli? Certo, da componente della squadra e da tifoso. E poi c’era un altro tifoso, un certo Totò Di Natale, che era sempre a chiedermi come avevamo giocato, quindi non potevo perdermi nemmeno una partita, tra stadio e televisione   E che impressioni hai avuto? Sicuramente limitandomi ai risultati c’è molto dispiacere. Ed è anche vero che, forse, abbiamo subito troppo. Però la squadra c’è ed in crescita, sono sicuro che, trovata un pizzico di cattiveria in più le cose verranno da sole.”   Mister Sarri? Devo ovviamente conoscerlo bene e meglio. Posso dire, cosi anche per fugare alcune dicerie, che tutti i miei compagni ne parlano benissimo. Credo che comunque ci sia già feeling, adesso starà a me dargli la possibilità di avermi a disposizione al meglio.”   Ni. Raf.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy