Divieto di fumo negli stadi?

Divieto di fumo negli stadi?

Dopo la tessera del Tifoso obbligatoria per seguire la squadra in trasferta, l’Albo degli striscioni autorizzati, il divieto di introdurre fumogeni, il Viminale studia un’altra misura restrittiva per le migliaia di tifosi che vanno allo stadio:dal prossimo anno, infatti, potrebbe essere introdotto i

Commenta per primo!

Dopo la tessera del Tifoso obbligatoria per seguire la squadra in trasferta, l’Albo degli striscioni autorizzati, il divieto di introdurre fumogeni, il Viminale studia un’altra misura restrittiva per le migliaia di tifosi che vanno allo stadio:dal prossimo anno, infatti, potrebbe essere introdotto il divieto di fumo in tutti gli impianti italiani dove si giocano incontri professionistici.

 

La proposta è stata approvata oggi dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive – l’organismo del ministero dell’Interno cui spetta proporre provvedimenti e misure per migliorare la sicurezza negli stadi – assieme ad un’altra serie di ordini del giorno. In sostanza, questa almeno è l’intenzione del Viminale, a partire dal campionato 2013-14 dovrebbe essere vietato fumare in tutti gli impianti a norma dove si giocano campionati professionistici, come già accade, ad esempio, negli Stati Uniti ed in Inghilterra ma anche nella casa del Barcellona, il Camp Nou.

 

La sperimentazione. Al momento, comunque, non c’è nulla di operativo, si affrettano a precisare dal Viminale. Anche perché per introdurre un simile divieto servirebbe una norma di legge, altrimenti sarebbe impossibile applicare le eventuali sanzioni previste in caso di violazioni o stabilire a chi attribuire la facoltà di effettuare i controlli negli impianti.

 

fonte: ilmessaggero

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy