Domani la ripresa dei lavori

Domani la ripresa dei lavori

Dopo il match disputato ieri a Brescia, nell’anomalo orario delle 12:30, che ha visto gli azzurri uscire sconfitti per 2-1, la truppa empolese beneficierà di un giorno di riposo e tornerà dunque in campo per preparare il prossimo incontro nel pomeriggio di domani.   Gli azzurri si dovranno ades

Commenta per primo!

Dopo il match disputato ieri a Brescia, nell’anomalo orario delle 12:30, che ha visto gli azzurri uscire sconfitti per 2-1, la truppa empolese beneficierà di un giorno di riposo e tornerà dunque in campo per preparare il prossimo incontro nel pomeriggio di domani.   Gli azzurri si dovranno adesso misurare contro la Samp, considerata da tutti la testa di serie numero 1 di questo campionato (reduce da un 6-0 al Gubbio), Samp già incontrata poche settimane fa in Coppa Italia e superata per 2-1, ma sicuramente la prossima sarà tutta un’altra musica.   L’incontro si disputerà in posticipo, Lunedi 12 con inizio alle ore 20:45, quindi significa avere ben 6 giorni per preparare al meglio un match che non dovrà assolutamente essere caricato come una prova del nove ma che ovviamente diventerà importante per far si, da una parte che il gap da recuperare poi sulla testa non sia molto, dall’altra che l’Empoli abbia tutte le credenziali per stare tra i grandi di questa stagione, essendo ormai chiaro che l’obbiettivo prefissato da dirigenza, staff e calciatori è quello dei playoff.   I diversi giorni a disposizione potrebbero anche restituire pezzi importanti dall’infermeria, dove lo ricordiamo, stazionano i vari Brugman, Coralli, Mori e Lazzari. Soltanto l’uruguagio sarà sicuramente out, per gli altri si cercherà di ottimizare al meglio il tutto per far si che possano essere protagonisti dando man forte in una partita difficile nella quale speriamo ci sia anche una bella risposta dei tifosi sugli spalti, che dovranno essere un’ulteriore arma in più.   Sicuramente rientreranno poi tutti quei giocatori che in queste ultime giornate sono stati impegnati con le loro nazionali: Mchedlidze, Shekiladze, Signorelli e Saponara. Tutti rientri importanti anche nell’ottica di poter far rifiatare qualcuno, cosa che già a Brescia avrebbe potuto far comodo.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy