E Giampaolo mette la freccia…

E Giampaolo mette la freccia…

Lo ha detto anche lo stesso tecnico azzurro, Giampaolo, che non è facile e forse nemmeno logico fare una comparazione tra la stagione passata e quella attuale. Sono molti i coefficienti che non renderebbero veritiero il paragone di un parallelismo analizzato giornata per giornata. Ci piace però s

Commenta per primo!

0000Lo ha detto anche lo stesso tecnico azzurro, Giampaolo, che non è facile e forse nemmeno logico fare una comparazione tra la stagione passata e quella attuale. Sono molti i coefficienti che non renderebbero veritiero il paragone di un parallelismo analizzato giornata per giornata. Ci piace però sottolineare, anche per spezzare una lancia a favore dell’attuale tecnico, e darci ulteriore carica in vista di una fase di stagione molto delicata, che con la vittoria di ieri sul Genoa (peraltro non scontata alla vigilia), la squadra di quest’anno ha superato quella di mister Sarri della scorsa stagione.   Infatti, se dopo otto giornate i punti erano 7 sia lo scorso anno che quest’anno, adesso l’Empoli 2015/16 è andato a 10 lasciando quello “vecchio” a 7 punti che, alla nona giornata di campionato aveva perso 3-1 a Sassuolo. Gara, quella di Reggio Emilio, davvero particolare che, dopo aver visto gli azzurri in vantaggio di un gol ed una traversa di Zielinski che è ancora li a tremare, ci fu un momento di blackout che ci vide subire tre gol, andando cosi a perdere la seconda gara consecutiva. Per rimanere sulle statistiche e su questa virtuale corsa in parallelo, c’è da dire che non sono poche le medesime squadre affrontate. Infatti nelle prime nove giornate di campionato, sia lo scorso anno che quest’anno, l’Empoli ha giocato con Chievo, Milan, Roma, Genoa, Udinese e Sassuolo: sei su nove. Le differenze sono rappresentate da Cesena, Palermo e Cagliari dello scorso anno e Atalanta, Napoli e Frosinone quest’anno.   Guardando avanti, alla decima giornata, lo scorso anno arrivò la sconfitta interna per 2-0 con la Juve, lasciando cosi ancora la squadra di Sarri a quota 7. Quest’anno andremo a giocarcela a “Marassi” contro la Samp, una gara sicuramente molto difficile ma dove i valori, rispetto alla Juve dello scorso anno, possono essere leggermente diversi.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy