Eleonora Mucciarelli (slo Empoli): “Per la trasferta di Udine ci proveremo ma non sono ottimista”

Eleonora Mucciarelli (slo Empoli): “Per la trasferta di Udine ci proveremo ma non sono ottimista”

La notizia data ieri, sull’ufficialità delle porte chiuse ai tifosi azzurri per la trasferta di Udine ha certo scaldato i cuori e tirato fuori una rabbia giustificata per una decisione senza senso. Se lo stadio è agibile bisogna che la società di casa, con gli organi competenti in sicurezza, trov

Commenta per primo!

mucciarelliLa notizia data ieri, sull’ufficialità delle porte chiuse ai tifosi azzurri per la trasferta di Udine ha certo scaldato i cuori e tirato fuori una rabbia giustificata per una decisione senza senso. Se lo stadio è agibile bisogna che la società di casa, con gli organi competenti in sicurezza, trovino uno spicchio nei settori pronti da destinare ai nostri tifosi, altrimenti, se lo stadio non fosse agibile, si deve giocare a porte chiuse. Lo scorso anno, lo ricorderete, andammo ad Udine per la prima giornata di campionato, ed il “Friuli” era davvero un cantiere aperto, con soltanto il settore di tribuna e (gurdacaso) il settore ospiti agibile. I tifosi azzurri infatti poterono regolarmente assistere al match ed i tifo di casa, i gruppi ultras che stazionano nella curva nord (inesistente quel giorno) furono giustamente ricollocati in uno spicchio della tribuna. Ad Udine però, nonostante l’impegno della società bianconera, non ci vogliono sentire, come sottolinea la SLO dell’Empoli, Eleonora Mucciarelli (segretaria anche del centro di coordinamento) in una intervista uscita quest’oggi sulle pagine locali de “Il Tirreno”   ” Non sono da sola in questa “partita”, ma non so se riusciremo ad ottenere qualcosa. Anche lo slo dell’Udinese ci sta aiutando ed anche le due società si stanno adoperando per cercare una soluzione, ma ad oggi il prefetto di Udine pare essere irremovibile.”   Eppure tra le due tifoserie non si ricordano nemmeno episodi di violenza… ” Non si ricordano perchè non ci sono mai stati, ed anzi a livello di coordinamenti c’è un ottimo rapporto tra le parti. Qui l’aspetto del tifo non c’entra nienta. Noi continueremo a provarci, forti anche dell’aiuto dei tifosi friulani e cercheremo di coinvolgere anche la FISSC, perchè ci troviamo davvero davanti ad un paradosso. Non so se questo potrà bastare, non sono ottimista e tengo per me determinati commenti. Posso solo dire ai nostri tifosi che ci proveremo.”   Difficile dunque, come sottolinea Eleonora, che qualcosa si possa muovere in questa direzione, tanto che sul sito ufficiale dell’Udinese sono già in vendita anche i biglietti per la loro sfida con il Milan, ed ai tifosi residenti in Lombardia viene riservato lo stesso trattamento, anche se però li si troveranno di fronte ad una situazione ben diversa visti i tanti tifosi rossoneri non residenti proprio nella regione di appartenenza della squadra. Come detto ieri, vi terremo aggiornati in caso di sviluppo di questa situazione che, a nostro modesto avviso, si porta dietro anche un qualcosa di irregolare che si potrà riversare sulla partita.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy