L’Empoli cade in casa con l’Inter: 2-0 per i nerazzurri

L’Empoli cade in casa con l’Inter: 2-0 per i nerazzurri

Decide una doppietta di Icardi nel primo tempo, due regali dei nostri sfruttati al meglio dall’attaccante argentino. Termina subito la striscia positiva con un netto passo indietro dal punto di vista prestazionale contro un Inter tutt’altro che trascendentale. Ottimi i cambi in corsa che non cambiano l’esito del match ma danno maggior contributo alla causa.

10 commenti
EMPOLI Efc-200x200-e1392018505431

0

INTER inter

2

9′ Icardi; 17′ Icardi

 

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini (68′ Zambelli); Bellusci; Barba; Dimarco; Tello; Diousse; Buchel (57′ Croce); Saponara (68′ Marilungo); Pucciarelli; Maccarone.

A Disp: Pelagotti; Pasqual; Cosic; Jose Mauri; Maiello; Pereira; Krunic; Mchedlidze; Gilardino.

Allenatore: Giovanni Martusciello.

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio; Miranda; Murillo; Santon; Joao Mario; Medel (84′ Felipe Melo); Kondogbia (73′ Gnokouri); Candreva (74′ Eder); Icardi; Perisic.

A Disp: Carrizzo; Ansaldi; Ranocchia; Nagatomo; Yao Guy; Miangue; Palacio; Eder; Jovetic; Gabigol.

Allenatore: Frank De Boer.

ARBITRO: Sig. Guida di Torre Annunziata (NA).  Assistenti: Marrazzo/Tasso  Di porta: Fabbri/Abisso

AMMONITI: 3′ Murillo (I); 23′ Medel (I); 24′ Miranda (I); 47′ Maccarone (E); 58′ Joao Mario (I)

 

L’Empoli cade in casa contro l’Inter che vince 2-0. Succede di fatto tutto nel primo tempo con una doppietta di Icardi che prima ci punisce di testa sfruttando un errore di Bellusci e poi lo fa in contropiede da una palla persa malamente da Buchel. L’Empoli ci prova ma lo fa in maniera troppo confusionaria e quasi mai da l’impressione di poter mettere paura ad Handanovic se non per un paio di tiri di un temerario Dimarco. Martusciello adopera alcuni cambi rispetto alla gara di Torino ma quello di Buchel è davvero poco fortuna con la peggior partita del nazionale del Liechtenstein e la differenza si vede quando entra Croce. Davanti si continua a far faticare con gli attaccanti che appaiono sempre troppo distanti e con Marilungo che alla fine risulta il migliore del reparto. Di perdere con l’Inter ci sta e quindi si deve guardare avanti con serenità anche se il ciclo adesso non è di quelli semplici.

LIVE MATCH

1° Tempo

empint12′ – Cross di Candreva da destra, ribatte Barba.

3′ – Giallo a Murillo che stende Maccarone in ripartenza.

4′ – Dimarco scodella in area una punizione da 35 metri, respinge di testa Joao Mario.

6′ – Diousse cerca senza fortuna Maccarone che si era defilato sulla destra.

7′ – Rasoterra di Candreva da destra per Icardi, perfetto l’intervento di Bellusci che anticipa l’argentino.

9′ – Inter in vantaggio. Candreva entra in area, la mette dentro, Bellusci e Laurini si guardano, Icardi sbuca e di testa la mette dentro.

11′ – Saponara cerca Pucciarelli, esce Handanovic e la fa sua.

12′ – Fallo di Barba su Icardi, i giocatori dell’inter accerchiano l’arbitro perchè vorrebbero il giallo che non esce, giustamente.

13′ – Cross di Candreva, esce di pugno Skorupski, poi Perisic la rimette dentro e Bellusci in angolo. Bellusci libera dalla bandierina ma la rimette in corner.

14′ – Batte l’angolo Candreva, botta da fuori di Joao Mario, palla alle stelle.

17′ – Raddoppio Inter. Buchel perde un pallone assurdo a centrocampo, Joao Mario serve Icardi che va solo davanti al nostro portiere e lo batte.

19′ – Perisic parte a sinistra, la mette dentro a cercare Icardi, la palla si perde sul fondo.

20′ – Lancio in profondità di Laurini, la sfera è di Handanovic.

22′ – Cross di Perisic da sinistra, libera Dimarco.

23′ – Ammonito Medel per fallo su Saponara a centrocampo.

24′ – Giallo a Miranda che da dietro fa fallo su Maccarone.

25′ – Dimarco mette fuori palla perchè a terra c’è Candreva ma su di lui non c’era stato assolutamente niente.

27′ – Erroraraccio di Diousse che fa partire Icardi che per fortuna si allunga la sfera favorendo l’uscita di Skorupski.

29′ – Punizione per l’Inter ai 25metri in posizione centrale. Calcia Candreva, testa di Murillo di poco fuori.

31′ – Grande Skorupski che blocca un tiro ravvicinato di D’Ambrosio pescato da Candreva. Evitato il terzo gol.

32′ – Maccarone lancia Saponara che incredibilmente lascia sfilare la palla sul fondo e si riparte quindi con una rimessa in gioco. Gli azzurri per adesso palesando diverse difficoltà al cospetto di un Inter che pare tutt’altro che irresistibile.

34′ – Prova Kondogbia dai 20metri con palla nettamente alta.

35′ – Diagonale di Dimarco deviato in angolo da Handanovic. Lo stesso Dimarco batte dalla bandierina mettendola direttamente sul fondo. Pero’ finalmente abbiamo avuto un sussulto da parte dei nostri.

empint236′ – Ancora di Marco, una bomba dal limite, vola il portiere a deviare sopra la traversa. Che personalità il numero 4 azzurro.   Libera poi l’Inter dalla bandierina, palla che arriva a Maccarone che segna ma in netto fuorigioco.

39′ – Candreva dal limite la mette sopra la traversa. L’Inter salta con troppa facilità il nostro centrocampo.

41′ – Saponara conquista una punizione importantissima al limite dell’area. Fallo di Kondogbia.

42′ – Punizione spreca: Maccarone sulla barriera.

43′ – Bravo Dimarco in fase difensiva a chiudere su Candreva.

45′ – Senza recupero finisce il primo tempo con gli azzurri sotto di due gol frutto di due errori.

2° Tempo

empint31′ – Inizia il secondo tempo con gli stessi undici che hanno iniziato il match.

2′ – Ammonito Maccarone per fallo su Murillo.

3′ – Cross di Candreva da destra, di testa c’è Barba per noi.

5′ – Cosa combina Pucciarelli??? El Ninho riceve palla da un difensore nerazzurro, puo’ fare quello che vuole ma liscia il pallone provando una mezzagirata.

7′ – Punizione per gli azzurri sulla fascia destra. Calcia Maccarone la devia Icardi di testa in angolo, il terzo per noi. Batte Dimarco, di testa spazza Icardi.

8′ – Crossa Maccarone da sinistra ma non ci sono compagni a raccogliere.

9′ – La mette dentro da destra Laurini, respinge Miranda.

11′ – Ancora un errore di Buchel che fa partire Kondogbia, il francese entra in area, rasoterra per Icardi rimpallato dalla nostra difesa.

12′ – Bravo Tello ad entrare in area da destra ma viene chiuso da Santon.

12′ – Cambio Empoli: Croce per Buchel.

13′ – Ammonito Joao Mario per un brutto fallo su Croce.

15′ – Barba in difficoltà spazza in tribuna la palla dalla nostra trequarti.

17′ – Pucciarelli riceve una manata dentro l’area interista, resta a terra il nunero 20 ma per l’arbitro non c’è niente.

18′ – Botta dal limite di Candreva ben bloccata da Skorupski.

19′ – Gran palla di Maccarone per Pucciarelli che all’ultimo viene anticipato in angolo da Miranda. Angolo battuto malissimo da Dimarco.

20′ – Tello prova di controbalzo dal limite, devia un difensore e palla poi ad Handanovic.

21′ – Chiede il cambio Laurini.

23′ – Doppio cambio per l’Empoli: Zambelli per Laurini e Marilungo per Saponara.

23′ – Pucciarelli scala a fare il trequartista.

25′ – Ingenuità che lottando con Icardi commette fallo. Libera di testa Tello la punizione calciata per il fallo suddetto.

27′ – Cross di Zambelli da destra con Pucciarelli che stoppa con il tacco e perde palla.

28′ – Palla d’oro per Maccarone, all’altezza del disco del rigore, la sfera va alle stelle.

28′ – Cambio Inter: Gnokouri per Kondobia.

29′ – Ancora un cambio nerazzurro: Eder per Candreva.

31′ – Dimarco anticipa Eder in angolo.

33′ – Perisic va via a Bellusci, la mette in mezzo, Icardi la schiaccia con il piatto e la palla rimbalza davanti a Skorupski andando sopra la traversa.

36′ – Bravo Zambelli su Perisic in fase difensiva, lo ferma e fa ripartire i nostri.

empint438′ – Pucciarelli dentro per Marilungo che incrocia mettendola di poco fuori alla sinistra del portiere.

39′ – Ultimo cambio per De Boer: Felipe Melo per Medel.

41′ – Quinto angolo per gli azzurri con palla messa in corner da Miranda. Batte Dimarco, palla a Tello che da fuori area la mette in curva.

43′ – Murillo chiude Marilungo che stava sfondando in area.

45′ – Saranno 6 i minuti di recupero.

48′ – Prova Eder ad andare via sulla destra, lo chiude bene Dimarco evitando anche l’angolo.

49′ – Gran conclusione di Pucciarelli, servito da Marilungo, che esce di un niente sopra la traversa.

51′ – Finisce con il successo 2-0 dell’Inter. Maggiori i demeriti degli azzurri rispetto ai meriti dei vincitori.

 

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Milagros - 2 mesi fa

    Partita degna dell’Empoli dell’ultimo Aglietti, quando in cabina di regia veniva mandata gente col piede educato come Coppola. Atteggiamento in campo ugualmente inconcludente, facce dei giocatori con quelle stesse espressioni a metà fra smarrimento e frustrazione. Speriamo sia stato solo un momento, il caso di una partita. Lazio e Juve ci diranno che attributi ha realmente questa squadra. Si può uscire con zero punti da entrambi i campi, ma conta il come per guardare serenamente in prospettiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mario Somma - 2 mesi fa

    Ragazzi diamogli tempo…è una squadra molto giovane ha bisogno di ingranare la marcia e calcolate che stasera mancava Costa, il migliore centrale che abbiamo!
    Piano piano ci possiamo riprendere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. empolirules - 2 mesi fa

    Ripremesso che preferivo il sito com’era prima, c’ è poco da dire ,erano anni che l’inter non veniva qui a comandare, 2 anni fa senza handanovic avrebbero preso un’ imbarcata clamorosa, purtroppo lo ripeto questo dal Maestro Sarri non ha appreso nulla, anche se hai Platini a insegnare ma ti chiami Vignola c’è poco da fare, poi mettiamoci un buchel semplicemente da schiaffi, e un attacco a secco dopo 5 (cinque) giornate (credo sia un record,anzi sicuramente lo è)fanno di questa stagione un purgatorio sperando che non diventi inferno…..Tecnici a giro validi ce ne sono comunque
    p.s.S’ostina mio,ti manca proprio le basi non solo del calcio ma anche del cinema, Margheritoni non era nel film ‘L’allenatore nel pallone”ma in “mezzo destro mezzo sinistro”con andrea roncato,oh mai una soddisfazione mi dai, prova con il curling magari qualcuno ti piglia sul serio li, anche se su martusciello la pensiamo allo stesso modo purtroppo………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. S' Ostina - 2 mesi fa

      Ah ah…è vero ho sbagliato film…allora diciamo per restare con il mitico Banfi…che ci manca…Crisantemi.

      P.S: l’ Imbarcata l’ Inter la rischiò lo scorso anno con Giampaolo…non con il Vate.
      E questa è storia recente dell’ Empoli…non un film per quanto mitico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. S' Ostina - 2 mesi fa

    Io non guardo al Barcellona…io guardo al quart’ ultimo posto…e con questo allenatore non ci arrivi. Ci vuole esperienza…idee…lui non ha esperienza perché Nan ha gavetta alle spalle…non ha idee perché cerca di scimmiottare il Vate.
    La squadra è incompleta e scarsamente tecnica e fisica in mezzo nonche sterile davanti…se poi la metti in mano ad un neofita è la fine. Serve un mister d’ esperienza…basta buonismi…e naturalmente 2/3 ritocchi seri a gennaio.
    Caro Verità…se stasera riesci a vedere qualcosa di positivo evidentemente e sei stato vittima di una Candid Camera e ti hanno fatto vedere la registrazione di Empoli Inter dello scorso anno…se invece eri allo stadio allora ti sei addormentato e Empoli-Inter dello scorso anno l’hai sognata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bosco - 2 mesi fa

    …ancora tre gare, poi nel caso mettere da parte riconoscenze e affetti vari……prima di tutto la maglia!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. S' Ostina - 2 mesi fa

      Troppe tre gare…per me domenica dopo la scoppola che prenderemo all’ Olimpico, la società dovrà riconoscere il suo GRAVE errore di PRESUNZIONE e dare il benservito a Martusciello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ubi - 2 mesi fa

    Concordo con S’Ostina sull’inadeguatezza di Martuscello, dilettante allo sbaraglio, Diousse non da categoria, troppe palle perse, grosse responsabilità sulle due reti, siamo senza regista quindi ho cambiamo modulo o sono guai grossi. Saponara, grossa delusione, inutile e dannoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. verità - 2 mesi fa

    c’è solo da augurarsi che come sempre le tue gufate portino bene…comunque apparte che sei troppo pessimista, in fondo dobbiamo salvarsi e non fare chi sa che cosa, condivido in parte quello che hai detto, ma non è così che si aiuta una squadra, pensa a come educheresti un figlio, in pratica ti diventerebbe un depresso, ci vuole pazienza e capire partita dopo partita dove poter rimediare, se memorizzi bene nel secondo tempo almeno abbiamo fatto buone cose, poi ancora quel tiro di di marco, ci fa mangiar le mani, quello che mi preoccupa è come dice te, la sterilità dell’attacco, ma c’è tempo per trovare altre soluzioni, cerca di essere un pò più sereno, siamo l’Empoli non il Barcellona!!….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. S' Ostina - 2 mesi fa

    Risultato scontato vista la formazione messa in campo dall’ allievo del Vate. Buchel (disastroso) e Diusse (opaco) insieme non possono giocare…ergo Croce diventa irrinunciabile. Leggero x leggero avrei iniziato con Tello J. Mauri e Croce almeno mi garantiva dinamismo. Cmq li in mezzo senza un vero regista si fa fatica e forse bisognerebbe pensare a qualcosa di diverso..qualcosa che questo allenatore non è capace di dare.
    Davanti Pucciarelli anche oggi si è mangiato un paio di gol e per il resto è stato semplicemente inutile. Saponara fa il compitino e stop…la sua involuzione, che per me è mentale e dovuta alla delusione di non aver fatto il salto, è evidentissima. Maccarone risente della scarsa vena dei suoi due compagni e a 37 anni sobbarcarsi la squadra sulle spalle è troppo complicato x lui (in Italia lo può fare solo Totti).

    Oggi male anche dietro a parte Di Marco…c’ era sempre un senso di insicurezza quando l’ Inter veniva avanti.

    L’ Inter è un pochino meglio dello scorso anno..ma non la vedo oltre il 4°/5° posto…ben distante dal podio.

    Io sono chiaro: Martusciello non può allenare in A…non ancora almeno…è sconcertante che qualcuno abbia solo potuto pensare il contrario.
    Serve un minimo di esperienza anche nelle serie inferiori prima di provare il salto.
    Basta vedere De Zerbi a Palermo…prima esperienza in A…ma prima gavetta nelle serie inferiori ad imparare a gestire in prima persona una squadra.
    Penso e spero che l’ Olimpico segni la chiusura dell’ esperienza Martusciello…andare oltre la sesta giornata sarebbe un suicidio.
    Oggi non riesco neanche ad essere deluso…allenatore inadatto…squadra scarsa tecnicamente e gravemente inconsistente in mezzo…svogliata e sterile davanti…inutile essere delusi. Con il Crotone siamo le squadre più scarse e peggio guidate…il Carli stavolta si è creduto troppo bravo (e non lo è)…la sua campagna acquisti mi è sembrata quella della Marchigiana nel film L’ Allenatore nel Pallone…mancava solo Margheritoni…nel pallone stavolta c’è andato il DS…ma forse gli oltre 20 mln di Euro di paracadute in caso di retrocessione sono convinto abbia influenzato al ribasso la campagna acquisti…molto al ribasso…forse troppo davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy