Empoli-Novara: le probabili formazioni

Empoli-Novara: le probabili formazioni

Ultimo atto della semifinale, in palio la possibilità di intravedere l’olimpo e giocare per questo. La storia si ripete, a distanza di un anno, ma stavolta si gioca per per la stella. Vediamo le ultime in casa azzurra e piemontese.   Empoli attaccato al nodo di Croce. La squadra è praticam

Commenta per primo!

Ultimo atto della semifinale, in palio la possibilità di intravedere l’olimpo e giocare per questo. La storia si ripete, a distanza di un anno, ma stavolta si gioca per per la stella. Vediamo le ultime in casa azzurra e piemontese.   Empoli attaccato al nodo di Croce. La squadra è praticamente fatta, dal modulo che è il 4-3-1-2. Il centrocampista abruzzese però potrebbe essere la “novità” rispetto alla gara di mercoledi scorso e si sta facendo di tutto ed anche di più per farlo essere degli undici. Non dovesse farcela per partire dall’inizio allora, come a Novara, andrà ad agire in mediana Signorelli. Rispetto al match d’andata, perlomeno alla formazione iniziale, ci sarà anche il francese Laurini che partirà tra i titolari andando ad agire sulla fascia destra. Torna a sinistra l’albanese Hysaj. Nessun problema per i due ragazzi convocati in Under21 (Saponara e Regini) che almeno domani saranno sicuramente in campo con la maglia azzurra dell’Empoli. In avanti Maccarone e Tavano. Per la panchina si dovrebbe andare verso Pelagotti, Romeo, Gigliotti, Casoli, Signorelli (o Croce), Pucciarelli, Mchedlidze. Gli indisponibili sono: Pratali, Accardi, Mori e Ferrerira. Mister Sarri non vuole fare calcoli, pensare che il pareggio possa bastare potrebbe essere tradotto in harakiri. Da parte del mister un pensiero anche per i tifosi, ovvero la speranza di vedere uno stadio importante per sostenere i ragazzi nelle ultime due fatiche.   A Novara, purtroppo, si continua a lavorare a porte chiuse. Diventa difficile quindi poter dare notizie simil vere, anche se i colleghi piemontesi ci dicono che non dovrebbe essere difficile interpretare quello che sarà l’Aglietti-pensiero. Poche novità rispetto al match di andata. In campo, a livello tattico, la squadra si schiererà con il solito 4-3-3. Non ce la dovrebbe fare Pesce (infortunatosi proprio nella gara interna) ed al suo posto partirà dal primo minuto l’ex Marianini, anche se, grazie ad una speciale maschera, il centrocampista potrebbe essere del match. Per il resto formazione speculare a quella dell’andata con l’eventuale unico dubbio, in difesa, tra Perticone e Colombo. Anche il Novara riavrà per il match l’elemento impegnato con la nazionale Under, ovvero il portiere Bardi. Aglietti, a differenza di Sarri, deve fare calcoli, o meglio sa che cìè un solo modo per poter andare in finale: vincere. Il tecnico ex Empoli, riconoscendo tutte le difficoltà del caso, tra le quali una brillantezza fisica non ottimale dei suoi, rimarca il come ad Empoli abbia già vinto a gennaio e che quindi la storia si potrebbe ripetere.   Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:  

BASSI BARDI
LAURINI LUDI
TONELLI LISUZZO
REGINI PERTICONE
HYSAJ CRESCENZI
MORO FERNANDES
VALDIFIORI BUZZEGOLI
CROCE MARIANINI
SAPONARA GONZALEZ
TAVANO SEFEROVIC
MACCARONE LAZZARI

    Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy