Fabrizio Corsi: ” Il futuro del mister non lo so. Domenica una bella festa ma ora pensiamo al decimo posto”

Fabrizio Corsi: ” Il futuro del mister non lo so. Domenica una bella festa ma ora pensiamo al decimo posto”

All’indomani del parti con il Bologna, ma soprattutto della festa salvezza, il Presidente Corsi ha parlato attraverso le pagine locali de “Il Tirreno” per raccontare le emozioni di questo incredibile traguardo che il club e la squadra hanno raggiunto. Non sono mancate le riflessioni sul futuro: &nb

Commenta per primo!

All’indomani del parti con il Bologna, ma soprattutto della festa salvezza, il Presidente Corsi ha parlato attraverso le pagine locali de “Il Tirreno” per raccontare le emozioni di questo incredibile traguardo che il club e la squadra hanno raggiunto. Non sono mancate le riflessioni sul futuro:   fabrizio corsiPenso davvero quello che ho detto sotto la maratona durante i festeggiamenti, ovvero che l’espressione di questa squadra è conseguenza del modo di essere della gente di Empoli. Da altre parti hanno sicuramente numeri diversi, e quindi interessi economici diversi, ma la nostra cultura a livello sportivo ci consente di ottenere questi risultati anche se mi arrabbio a volte  quando per esempio vedo i nostri raccattapalle che esultano al gol della Juventus, oppure vedere tanti empolesi che tifano per la Fiorentina ed essere arrabbiati neri la settimana dopo il derby.  Ma alla fine, probabilmente fa tutto parte del pacchetto Empoli, che mi tengo ben stretto.  Il gesto d’affetto dei nostri tifosi verso Giampaolo è stato meritato perché il nostro allenatore, oltre ad ottenere risultati, è stato molto bravo anche nel modo di porsi sotto l’aspetto comunicativo.  Quale sarà però il futuro non ve l’ho detto e non ve lo dico perché non lo so, abbiamo detto e ripetuto che parleremo di tutto questo alla fine del campionato, ora vogliamo unicamente concentrarci sulle prossime due partite, perché l’obiettivo del 10º posto è per noi davvero importante. Posso confermare che la prossima estate sarà movimentata ma aldilà delle scelte che faremo insieme al direttore Carli, avremo un grande vantaggio, ovvero la paura, sì, perché la paura di retrocedere  sarà un fattore positivo, se ci fate caso anche quest’anno rischiano di retrocedere una o più squadre che questa paura non l’avevano, anzi una è già retrocessa.  Per quanto riguarda il mercato che verrà è chiaro che non sarà facile sostituire i giocatori importanti che sono destinati a partire, ma ci proveremo come sempre, puntando sull’entusiasmo e le motivazioni di chi arriverà da noi, magari scelto dalle categorie inferiori ed affamato. Ripeto però che non è questo il momento di pensare a certe cose, domenica abbiamo vissuto una bella festa perché se la meritava Empoli e se la meritava l’Empoli, però ora è doveroso chiudere bene cercando di ottenere quel 10º posto.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy